Toscana

Reperti sotto pista Peretola, “Bene, vanno tutelati come Gonfienti”

PRATO – “Noi a Prato abbiamo avuto un’esperienza molto simile quando abbiamo costruito l’Interporto, col rinvenimento fortunatamente della città etrusca nella zona di Gonfienti. Questo ha comportato delle lunghe e anche complesse attività di riorganizzazione di quello che è stato il progetto. Quindi, immagino che anche chi sta pensando all’ampliamento dell’aeroporto di Peretola debba tener conto del valore di quanto è stato rinvenuto”. Lo ha dichiarato il sindaco di Prato e presidente di Anci Toscana, Matteo Biffoni rispondendo ai giornalisti a margine dell’assemblea regionale dell’associazione dei Comuni.

Aereo che decollaIl quesito verteva sulla possibilità che la realizzazione della nuova pista dell’aeroporto di Peretola possa, adesso, bloccarsi visto il ritrovamento di resti di età preistorica e romana, proprio nell’area in cui dovrebbe sorgere il tracciato da 2,4 km dello scalo fiorentino. Un elemento che potrebbe far scattare i vincoli della Soprintendenza. “Sono contento del fatto, anzitutto- ha aggiunto-, che si rinvengano reperti immagino di grande qualità in una zona della nostra Toscana, perché questo vuol dire un arricchimento per tutti”. Tuttavia, ha aggiunto “non li voglio mettere in contrapposizione con l’aeroporto. Dico, bene che ci siano, vanno tutelati”.

di Carlandrea Poli, giornalista

5 febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»