AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Campidoglio, Bernaudo: “Fuori da partecipate. Il caso Ama-Atac è intollerabile”

ROMA – “Il 21 gennaio il Partito Liberale Italiano scenderà in campo a Roma per dire forte e chiaro “fuori il Comune dalle società partecipate!”. Così Andrea Bernaudo, coordinatore dell’Area Metropolitana di Roma del Partito Liberale Italiano ha commentato l’inchiesta sulla presunta compravendita di posti di lavoro nelle municipalizzate romane pubblicata dal Corriere della Sera. “Leggiamo senza stupirci quel che pubblica il Corriere della Sera sulle “assuntopoli” delle municipalizzate romane.

A Roma se ne parla da anni, è il segreto di pulcinella e non è il primo scandalo sull’argomento. Del resto – incalza l’esponente del Partito Liberale Italiano – a Roma tutti sanno che col “santo in paradiso” un posto dentro qualche carrozzone partecipato dal Comune si trova. Peccato che, a quanto pare – continua Bernaudo – non si tratta di santi, ma addirittura di corrotti e banditi che avrebbero approfittato, a suon di migliaia di euro, dello stato di necessità di povera gente disposta a pagare per avere l’agognato posto fisso. Questa vicenda è di certo emblematica della situazione generale italiana.

Qui il sogno di moltissimi lavoratori, l’obiettivo per cui ci si svena, non è fare successo, aprire un’azienda, ma avere un posto fisso all’Ama o all’Atac”. “Questo – spiega – è il risultato della politica economica statalista nemica dell’impresa privata, che genera solo oppressione fiscale e burocratica sulle attività produttive. È già tardi, ma credo che questa vicenda faccia traboccare il vaso, è giunto il momento di far uscire il Comune di Roma da queste società, fallite da anni che generano scandali e disservizi. La Politica deve occuparsi con rigore dell’indirizzo e del controllo, ma la gestione dei servizi va affidata alle eccellenze del privato attraverso gare pubbliche e best practices internazionali. Questa – conclude Bernaudo – è la proposta dei liberali per Roma, l’unica proposta possibile per porre fine ad un degrado non più tollerabile. Per chi la pensa come noi, l’appuntamento è a Roma, sabato 21 gennaio”.

05 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988