Giovani

Chimica. 4 nuovi elementi (pesanti) per la tavola periodica

tavola-periodica-nuovi-elementiROMA – 113, 115, 117 e 118. Non sono questi numeri a caso ma le cifre che identificano i quattro nuovi elementi chimici che completano la settima riga della tavola periodica. Quattro nuovi elementi, tutti ‘molto pesanti’, individuati da diversi gruppi di ricercatori e certificati dallo ‘Iupac’, l’Unione Internazionale di chimica pura e applicata.

Avvistati per frazioni di secondi nei laborati statunitensi, russi e giapponesi, i quattro elementi mancano ancora di un nome ufficiale e provvisoriamente sono identificati, oltre che con il numero della tavola, dai seguenti ‘nomignoli’ ununtrio (Uut o elemento 113), ununpentio (Uup, elemento 115), ununseptio (Uus, elemento 117), e ununoctio (Uuo, elemento 118). Toccherà ora ai rispettivi laboratori che li hanno identificati ‘battezzarli’ con un nome proprio potendo scegliere tra le loro proprietà chimico/fisiche, un luogo – per l’elemento 113, ad esempio, individuato già tredici anni fa dal Nishina Center dell’Istituto Riken, è stato suggerito il nome di ‘Japonium’ – o ancora una personalità scientifica o della mitologia.

Il 115 e il 117 sono il frutto di una collaborazione tra l’Istituto congiunto per la ricerca nucleare a Dubna, in Russia, laboratorio Nazionale Lawrence Livermore, in California, e laboratorio nazionale di Oak Ridge nel Tennessee. Anche il 118 è frutto di una collaborazione scientifica, in questo caso coinvolti i laboratori di Dubna e quello di Lawrence Livermore.

5 gennaio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»