Schneider (Ue): “Colmare vuoto informazioni cancro femminile”

A Bruxelles la conferenza 'Women, Work and Cancer' fa il punto sul cancro professionale

BRUXELLES – “Il cancro è la seconda principale causa di morte in Europa e la prima causa di morte collegata al lavoro. Il cancro femminile è diverso da quello maschile ed esistono ancora tabù sul cancro correlato agli ormoni”: lo ha detto Elke Schneider, dirigente dell’Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro (Eu-Osha). L’occasione è la conferenza ‘Women, Work and Cancer‘, in corso a Bruxelles.

“Esistono problemi gender sulla sicurezza e sulla salute sul lavoro secondo lo studio Eu-Osha del 2003″ ha sottolineato Schneider. “Delle ipotesi sottolineano che il cancro professionale è più diffuso negli uomini, così le donne vengono escluse dagli studi, per cui emerge una carenza di adeguate informazioni ed è molto difficile tenere traccia degli sviluppi che esso ha per le donne”. Secondo Schneider, “è necessario cambiare l’esposizione che hanno le donne per quanto riguarda il cancro di natura occupazionale e garantire l’equilibrio di genere, colmando il vuoto presente nelle ricerche”.

Leggi anche:

4 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»