Mafia, a Palermo 46 arresti: c’è anche il nuovo boss di Cosa nostra Settimo Mineo

I carabinieri del Comando provinciale avrebbero individuato “la nuova ‘commissione provinciale'” di Cosa nostra.

Condividi l’articolo:

PALERMO – Associazione per delinquere di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsioni, intestazione fittizia di beni, porto abusivo di armi, danneggiamento. Questi i reati contestati a vario titolo a 46 fermati dalla direzione distrettuale antimafia di Palermo che ha fatto scattare il blitz ‘Cupola 2.0’. I carabinieri del Comando provinciale avrebbero individuato “la nuova ‘commissione provinciale'” di Cosa nostra il cui “nuovo capo” sarebbe Settimo Mineo, secondo gli investigatori al vertice del mandamento di Pagliarelli.

SVENTATO PROGETTO D’OMICIDIO

L’operazione antimafia che a Palermo ha portato al fermo di 46 persone, accusate di avere rimesso in piedi la ‘commissione provinciale di Cosa nostra’, ha sventato l’esecuzione di un progetto d’omicidio. E’ questo uno dei retroscena dell’operazione portata a termine dai carabinieri del Comando provinciale su coordinamento della Dda del capoluogo. La vittima, un pregiudicato di Villabate, era finita nel mirino per via di alcuni furti ed estorsioni effettuati senza l’autorizzazione di Cosa nostra. 

Il blitz, inoltre, ha ricostruito 28 estorsioni, di cui nove subito denunciate spontaneamente dalle vittime. I più bersagliati erano gli imprenditori e i commercianti operanti nel settore edile.

I NOMI DEI 46 FERMATI

Questo l’elenco dei 46 fermati dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo nell’ambito del blitz ‘Cupola 2.0’ dei carabinieri del Comando provinciale, che ha decapitato i vertici della ricostituenda commissione provinciale di Cosa nostra: Stefano Albanese, 34 anni; Giusto Amodeo, 48 anni; Filippo Annatelli, 55 anni; Gioacchino Badagliacca, 41 anni; Filippo Salvatore Bisconti, 58 anni; Giuseppe Bonanno, detto Andrea, 57 anni; Giovanni Cancemi, 48 anni; Francesco Caponetto, 48 anni; Francesco Colletti, 49 anni; Giuseppe Costa, 36 anni; Maurizio Crinò, 47 anni; Rosalba Crinò, 29 anni; Filippo Cusimano, 42 anni; Rubens D’Agostino, 43 anni; Giuseppe Di Giovanni, 38 anni; Gregorio Di Giovanni, 56 anni; Filippo Di Pisa, 45 anni; Andrea Ferrante, 43 anni; Francesco Antonino Fumuso, 51 anni; Vincenzo Ganci, 52 anni; Michele Grasso, 43 anni; Simone La Barbera, 56 anni; Marco La Rosa, 37 anni; Gaetano Leto, 38 anni; Michele Madonia, 48 anni; Matteo Maniscalco, 63 anni; Luigi Marino, 44 anni; Pietro Merendino, 53 anni; Fabio Messicati Vitale, 44 anni; Giovanni Salvatore Migliore, 50 anni; Settimo Mineo, 80 anni; Rosolino Mirabella, 32 anni; Salvatore Mirino, 51 anni; Massimo Mulè, 46 anni; Domenico Nocilla, 72 anni; Nicolò Orlando, 52 anni; Salvatore Pispicia, 53 anni; Gaspare Rizzuto, 36 anni; Michele Rubino, 58 anni; Giovanni Salerno, 68 anni; Pietro Scafidi, 26 anni; Salvatore Sciarabba, 68 anni; Salvatore Sorrentino, 53 anni; Giusto Sucato, 49 anni; Vincenzo Sucato, 74 anni; Salvatore Troia, 58 anni.

Leggi anche:

4 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»