Parla il sindaco di Casteldaccia: “Tragedia spaventosa”. Conte in arrivo

PALERMO – “E’ una tragedia spaventosa, il Milicia è un piccolo fiume con una portata molto limitata d’acqua. Non ha mai rappresentato un pericolo e quella di ieri a Casteldaccia non è stata una giornata molto piovosa”. Queste le parole del sindaco di Casteldaccia (Palermo), Giovanni Di Giacinto, ascoltato dal sito ‘Livesicilia.it’, dopo la tragedia che nella notte è costata la vita a nove persone travolte e uccise dalla piena di un fiume esondato a causa delle abbondanti piogge.

“Si tratta di un fiume che nasce nella zona di Ciminna- spiega Di Giacinto- sembra che sia arrivata una improvvisa piena che ha sorpreso le persone all’interno della villetta”.

Leggi anche: Maltempo, in Sicilia 10 morti. Due famiglie con bambini travolte dalla piena a Palermo

CONTE: STO PARTENDO PER LA SICILIA

“Sto partendo per la Sicilia, dove il maltempo ha causato almeno 10 vittime”. Così su twitter il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. “Sono in continuo contatto con la Protezione Civile per avere costanti aggiornamenti anche sulla drammatica situazione nelle Regioni del Nord”, aggiunge Conte.

Conte arriverà a Palermo intorno alle 11,30, quindi raggiungerà in elicottero Casteldaccia e le zone colpite dal maltempo. Dopo, con il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, il presidente del Consiglio andrà a Palermo per una riunione in Prefettura.

4 novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»