Sgombero casa a Ostia: era occupata da Vincenzo Spada

ROMA – Sono iniziate questa mattina alle prime luci dell’alba le operazioni di sgombero di un appartamento dell’edilizia residenziale pubblica, illegittimamente occupato, in via Ingrao 20. Le operazioni condotte dal Comando generale del Corpo di Polizia locale di Roma Capitale, hanno visto l’impiego di oltre 100 caschi bianchi romani, supportati da 4 blindati del reparto Mobile, diretti dal commissariato di Ostia. Tale spiegamento di forze si è reso necessario per la delicatezza dello sgombero, operato nei confronti di Vincenzo Spada, all’interno di una zona dove l’edilizia popolare appare completamente gestita dalla famiglia. Le operazioni, che hanno visto bloccare le strade di accesso, sono tutt’ora in corso.

SGOMBERO CASA DEGLI SPADA, SI INDAGA SU CESSIONE INDEBITA ALTRI ALLOGGI

Nel corso dei controlli nella palazzina di Ostia dove questa mattina la Polizia locale di Roma Capitale è intervenuta per sgomberare una casa indebitamente occupata da Vincenzo Spada, a quanto si apprende i caschi bianchi coordinati dal comandante generale del Corpo, Antonio Di Maggio, hanno potuto accertare furti di energia elettrica e indebite cessioni di ulteriori appartamenti di edilizia popolare, su cui sono in corso ulteriori indagini di polizia giudizi


Leggi anche:

RAGGI: SGOMBERO CASA MEMBRO CLAN SPADA, RIPORTIAMO LEGALITA’ 

“Abbiamo liberato una casa popolare a Ostia, occupata abusivamente da un membro del clan Spada. @PLRomaCapitale è intervenuta questa mattina per restituire un bene pubblico alla città. Prosegue la nostra lotta per ripristinare la legalità. #NonAbbassiamoLoSguardo”. Così, su Fb, la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

Ti potrebbe interessare:

4 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»