AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE welfare

Asili nido, quanto costano? La media italiana è di 311 euro al mese

ROMA – Una famiglia italiana, in media, spende 311 euro al mese per mandare il proprio bambino all’asilo nido comunale. Ma per un genitore, che il figlio nasca al nord o al sud, non è la stessa cosa: nel nostro Paese, infatti, è ampio il divario tra le varie Regioni, sia per quanto riguarda la differenza tra le rette sostenute dalle famiglie sia per quanto riguarda la quantità di servizi socio-educativi per la prima infanzia.

asilo-nido grande

La regione in assoluto più costosa è la Valle D’Aosta (dove i genitori devono ‘sborsare’ al mese 440 euro), mentre quella più economica è la Calabria (con una retta di 164 euro mensili). A rendere noti i dati su costi, disponibilità di posti e lista di attesa negli asili nido comunali è l’Osservatorio nazionale prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva. Fra i capoluoghi di provincia, solo 14 hanno aumentato le rette: l’incremento record si registra a Cosenza (+117,3%), quello minimo a Trieste (+0,5%). In linea generale, l’aumento più consistente (del +2,3%) riguarda il sud, mentre centro e nord fanno registrare rispettivamente un +0,3% e un -0,3%. È Lecco, invece, la provincia in assoluto più cara (con una retta di 515 euro), Catanzaro la meno cara (100 euro). La variazione della spesa media annua ha subito comunque lievi variazioni rispetto all’anno precedente, sia a livello nazionale che su base territoriale.

04 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram