AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE ambiente

Mare, a Trieste apre il master che insegna a ‘sfruttarlo’ bene

TRIESTE – Alta formazione per sfornare esperti di mare sotto diversi aspetti disciplinari; mare che è considerato la nuova frontiera dell’economia e dello sviluppo.

L’Università di Trieste e l’Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale (Ogs) presentano il nuovo master di secondo livello in “Sustainable blue growth”. Si tratta di un percorso di studi di un anno, interamente in inglese, con lo scopo di potenziare l’offerta formativa per i giovani dei paesi della regione mediterranea nel campo marino e marittimo, e per promuovere uno sviluppo economico sostenibile e una crescita responsabile.

Il rettore dell’Università di Trieste, Maurizio Fermeglia, dopo aver ricordato che il ‘settore mare’ rientra nei cinque ambiti sui quali anche la Regione Friuli Venezia Giulia ha invitato a investire concedendo risorse importanti, rimarca come il master sia “un esempio di multidisciplina visto che sul mare convergono interessi di diverso tipo. In passato- sottolinea Fermeglia- non abbiamo evidentemente capito di essere seduti su un patrimonio importante”.

Maria Cristina Pedicchio, presidente Ogs, parla invece di sfida e al contempo di opportunità: “Esiste oggi il pericolo di uno sfruttamento selvaggio della risorsa mare, per questo dobbiamo formare le persone affinché, oltre alla conoscenza multidisciplinare del comparto, vi sia anche la capacità di rendere lo sviluppo sostenibile”. Il master sarà articolato in tre periodi da 15 giorni, aperto ad un massimo di 25 persone: le iscrizioni che aprono da domani e si chiudono in ottobre. Sono previsti aiuti in particolare per gli studenti del nord Africa; tutte le informazioni domani sul sito dell’Ateneo di Trieste.

04 agosto 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram