Con l'afa e il gran caldo il consumo di frutta cresce del 30% - DIRE.it

Con l’afa e il gran caldo il consumo di frutta cresce del 30%

FRUTTACon l’allarme caldo è corsa all’acquisto di acqua, frutta e verdura con un aumento delle vendite fino al 30 per cento per fare le scorte necessarie ad affrontare una settimana bollente. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti che evidenzia una tendenza a ridurre al minimo le uscite con effetti anche sui saldi.

Con l’arrivo dell’afa africana – sottolinea la Coldiretti – sta registrando una vera impennata negli acquisti di frutta per difendersi dalle alte temperature tanto che in molte piccole e grandi città la Coldiretti ha deciso l’apertura straordinaria dei mercati degli agricoltori di Campagna Amica per favorire l’approvvigionamento direttamente dai produttori e aiutare a fronteggiare il rischio di colpi di calore soprattutto per gli anziani ed i bambini. Proprio per loro nel weekend da bollino rosso ad Expo sono scattate le operazioni di soccorso con la distribuzione gratuita da parte dei giovani agricoltori della Coldiretti di centinaia di chili di frutta fresca italiana di stagione alle categorie piu’ esposte. Milano è infatti tra le dieci italiane con un livello di allerta 3 il più alto, con condizioni di emergenza e “possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e non.

Per combattere il grande caldo – continua la Coldiretti – occorrono prima di tutto alcune regole di buon senso come fare docce frequenti, vestirsi con abiti leggeri chiari di cotone o in altre fibre naturali, stare in luoghi ombreggiati, ridurre al minimo le esposizioni ai raggi solari, specie nelle ore centrali della giornata, ma soprattutto difendersi con un’alimentazione.

La raccomandazione del Consiglio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per una dieta sana è quella di consumare piu’ volte al giorno frutta e verdure fresche per un totale a persona di almeno 400 grammi, ma – sostiene la Coldiretti – la quantità aumenta in periodi particolarmente caldi per affrontare i rischi della disidratazione. Frutta e verdura – continua la Coldiretti – sono alimenti che soddisfano molteplici esigenze del corpo: nutrono, dissetano, reintegrano i sali minerali persi con il sudore, riforniscono di vitamine, mantengono in efficienza l’apparato intestinale con il loro apporto di fibre e si oppongono all’azione dei radicali liberi prodotti nell’organismo dall’esposizione al sole.

In questo periodo peraltro si possono fare buoni acquisti a prezzi vantaggiosi perché per molte varietà ci si trova nel pieno della stagione produttiva. Preferibile – conclude la Coldiretti – è acquistare direttamente dal produttore dove il prodotto è piu’ fresco e durevole ed è quindi piu’ conveniente il rapporto prezzo qualità.

4 luglio 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»