Lazio

Non solo Roma, domani si vota in 109 città del Lazio

elezioni-comunali

ROMA – Domani, domenica 5 giugno, si vota in 109 Comuni del Lazio, tra cui due capoluoghi di provincia, Roma e Latina, 15 comuni sopra i 15.000 abitanti e 94 inferiori. Naturalmente la sfida principale è quella che si gioca nella Capitale tra i cinque candidati più noti, Stefano Fassina, Roberto Giachetti, Alfio Marchini, Giorgia Meloni e Virginia Raggi. Ecco però le altre partite più importanti, provincia per provincia.

PROVINCIA DI ROMA – Nella provincia di Roma si vota in 44 Comuni, di cui 9 superiori ai 15.000 abitanti. Roma a parte le sfide più interessanti sono quelle di Marino, Mentana, Nettuno, Rocca di Papa, Genzano di Roma, Anguillara, Ariccia e Bracciano.

A Marino, dopo la caduta del precedente sindaco Fabio Silvagni, arrestato per corruzione, i principali candidati sono Eleonora Di Giulio sostenuta dal Pd, Stefano Cecchi di Fi, Carlo Colizza del M5s, Maria Sabrina Minucci di Fdi e Lega e Giulio Santarelli del Psi.

Anche Nettuno, come Marino, è un Comune commissariato dopo le dimissioni dell’ex primo cittadino Alessio Chiavetta. Quest’anno ci provano in nove ma i favoriti sono Rodolfo Turano, sostenuto da Fi, Carlo Eufemi, appoggiato da Noi con Salvini e Fdi, Giacomo Menghini sostenuto da Pd e Nuovo centrodestra, Nicola Burrini, appoggiato dalla sinistra e da alcune liste civiche, e Angelo Casto, il candidato del M5s.

La sfida di Mentana: ci sono Maria Rendini sostenuta dal Partito democratico, Arianna Plebani, appoggiata da Forza Italia e Noi con Salvini, mentre, ribaltando lo schema romano, Fdi senza la Lega corre da sola con Marco Piergotti (appoggiato anche da una lista civica). David Perria scende in campo per il M5s mentre altri candidati si presentano con liste civiche di vario tipo, come Marco Benedetti e Francesco Petrocchi.

Tre i favoriti a Bracciano, su 6 sfidanti: Claudio Gentili del Partito democratico, Marco Tellaroli del Movimento 5 stelle e Romolo Mangoni di una lista unitaria di centrodestra.

Sempre in riva al lago, ad Anguillara, si sfidano solo in tre: Matteo Flenghi del Pd, Antonio Pizzigallo appoggiato da Forza Italia e Fdi, e Sabrina Anselmo del M5s.

A Rocca di Papa si sfidano la candidata del Pd, Silvia Sciamplicotti, il candidato del centrodestra Massimo Grasso, Emanuele Crestini appoggiata da varie liste e Gennaro Spigola per la sinistra.

Infine a Genzano è sfida a tre tra Flavio Gabbarini di Pd, Sel e Pdci, Daniele Lorenzon del Movimento 5 Stelle e Antonio Rosati di Forza Italia.

Ad Ariccia Mauro Serra Bellini del Pd se la vedrà con Roberto Di Felice, appoggiato da alcune liste civiche, Roberto Cuccioletta di Fdi e Luisa Sallustio della lista civica Italia dei diritti.

elezioni1PROVINCIA DI LATINA – Nella provincia di Latina si vota in dieci Comuni, tre dei quali sopra i 15.000 abitanti: il capoluogo, Minturno e Terracina. A Latina si confronteranno Nicola Calandrini, Danilo Calvani, Alessandro Calvi, Gianni Chiarato, Damiano Coletta, Salvatore De Monaco, Enrico Forte, Davide Lemma, Antonio Mancino, Marco Savastano Marilena Sovrani e Angelo Tripodi. I favoriti sono Forte, sostenuto da Pd e liste civiche, Calandrini di Fdi, Calvi, caldeggiato da Forza Italia, Dc e Ppi con l’outsider Damiano Coletta di Latina bene comune. Sette, invece, i candidati a Terracina: Stefano Nardi, sindaco uscente, sostenuto da una lista civica; Nicola Procaccini appoggiato da Fdi e Noi con Salvini; Alessandro Di Tommaso del Pd; Fabrizio Ferraiuolo del M5s ed ancora Salvatore Cerbo, Gianluca Corradini e Agostino Pernarella. Sette sfidanti anche a Minturno: Massimo Signore, sostenuto da Cuori italiani e Noi Con Salvini, Gerardo Stefanelli del Pd, Roberto Tartaglia del Movimento 5 stelle, Franco Valerio di Sinistra italiana, Maurizio Faticoni, Vincenzo Fedele e Aristide Galasso. Gli altri Comuni al voto sono Pontinia, Priverno, Itri, Castelforte, Norma, Sperlonga e Roccasecca dei Volsci. (DIRE) Roma, 4 giu.

PROVINCIA DI FROSINONE – In Ciociaria andranno a votare i cittadini di 24 tra città e paesi. Tra questi ci sono tre Comuni ‘maggiori’, Cassino, Alatri e Sora, per cui se nessuno dei candidati sindaci dovesse raggiungere il 50%+1 dei voti è previsto il turno di ballottaggio tra i due più votati. A Cassino in lista sei aspiranti primi cittadini: tra questi per il centrosinistra l’uscente Giuseppe Golini Petrarcone, per il M5S il medico Giuseppe Marrocco e per il centrodestra Carlo Maria D’Alessandro. Anche ad Alatri a contendersi la fascia tricolore sono in sei: tra loro il sindaco uscente Giuseppe Morini per il Pd, Riccardo Gatta per il Movimento cinque stelle, mentre per il centrodestra, che qui arriva ‘spaccato’, Antonello Iannarilli con Forza Italia ed Enrico Pavia con Noi per Alatri. Anche Sora arriva alle elezioni con sei candidati in lizza: tra questi l’uscente Enrico Tersigni per il centrosinistra, il grillino Fabrizio Pintori e Antonio Vitale per Noi con Salvini.

PROVINCIA DI VITERBO – Sono 21 i Comuni che andranno al voto nella Tuscia, tutti sotto i 15mila abitanti: domenica sera, quindi, sapranno già il nome del nuovo sindaco. Chiamati alle urne, tra gli altri, gli abitanti di Acquapendente, Bassano Romano, Carbognano, Montefiascone, Orte, Soriano nel Cimino e Vetralla.

PROVINCIA DI RIETI – In terra Sabina sono chiamati al voto 10 Comuni, il più grande è Fara in Sabina. Tutti saranno decisi al primo turno. Al voto anche Poggio Bustone, Fiamignano, Monteleone Sabino e Torri in Sabina.

4 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»