Atac, arrivano 150 nuovi bus, in strada entro l'anno - DIRE.it

Lazio

Atac, arrivano 150 nuovi bus, in strada entro l’anno

Termini autobus ATAC

ROMA – “Stiamo lavorando per garantire un servizio migliore ai cittadini. E’ in corso una gara per 150 nuovi mezzi, di questi contiamo di averne una parte su strada entro fine 2016”. Così ai microfoni di Radio Roma Capitale, nella trasmissione “Ma che parlate a fa!” condotta da Paolo Cento, Giuseppe Noia, Responsabile Comunicazioni Esterne di Atac.

“Per quanto riguarda l‘accessibilità dei disabili in carrozzina sui mezzi Atac già operativi, in questo periodo stiamo lavorando per modificare le pedane automatiche sui mezzi. Abbiamo purtroppo scoperto, con l’utilizzo per strada, che questo tipo di ausilio non si adatta alla città di Roma, alla sua conformazione urbanistica. Stiamo quindi sistemando a bordo dei bus le pedane manuali, che al momento sono presenti circa sulla metà dei mezzi. Le normative sul tema dell’abbattimento delle barriere architettoniche, per fortuna, si evolvono con grande rapidità, quindi anche sul tema della tecnologia questa è una sfida importante da cogliere per Atac. Noi abbiamo lavorato all’inizio quando i disabili usavano solamente le carrozzine spinte a mano. Oggi sono sempre più diffuse le carrozzine elettriche, che però pesano di più. Per questo le strutture e le pedane che abbiamo non sempre sono in grado di sostenere questo peso maggiore. La domanda per questo servizio c’è in tutta la città, ovviamente diversa da zona a zona. Per questo l’offerta l’abbiamo tarata in base alle esigenze e alle linee con maggiori necessità. Al momento la copertura totale è garantita su 19 linee. In ogni caso, quando si verificano problematiche per cui un disabile non riesce a salire su un mezzo, l’autista del mezzo può chiamare la centrale operative per richiedere un mezzo sostitutivo”, conclude Noia.

4 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»