Canne e coma, botta e risposta su Twitter tra Saviano e Marchini - DIRE.it

Lazio

Canne e coma, botta e risposta su Twitter tra Saviano e Marchini

ROMA – Botta e risposta tra Roberto Saviano e Alfio Marchini, in merito alle parole pronunciate dal candidato a sindaco di Roma a ‘Piazza pulita’ su La7 (“Anni fa mio figlio ha avuto un brutto incidente ed è caduto in coma. Si è ripreso solo perché non si è mai fatto una canna”).

Scrive Saviano: “Marchini e il figlio salvo dal coma perché non si è mai fatto canne. Ignoranza, disinformazione e proibizionismo: i veri alleati delle mafie”. Immediata la replica di Marchini: “Concordo su proibizionismo. Assolutamente no su negare i danni neurologici che anche le ‘canne’ fanno sui giovani”. E ancora Marchini: “Ti assicuro che sarebbe molto più elettoralmente conveniente dire l’opposto. Ma questa è la mia esperienza diretta”. Su facebook, dove linka il video di Marchini a ‘Piazza pulita’, Saviano insiste: “Il proibizionismo e l’ignoranza sulle droghe sono i maggiori alleati delle mafie. Alfio Marchini dice che un medico gli avrebbe detto: ‘Se suo figlio ha avuto un recupero (dal coma) è perché non si è mai fatto una canna’. Perché tanta ignoranza?“.

4 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»