Roma, Nudm e ‘Lucha y siesta’ 18 aprile in Comune per spazi femministi

Per chiedere a Raggi soluzioni condivise
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Non Una Di Meno-Roma e la Casa delle Donne ‘Lucha y Siesta’ saranno in piazza del Campidoglio, a Roma, giovedi’ 18 aprile dalle 15 per la ‘Giornata per gli spazi femministi’. Obiettivo del sit-in ‘Le citta’ femministe resistono’ e’ lanciare un appello alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, e alla sua Giunta, “per trovare soluzioni condivise ai problemi che riguardano oggi la Casa delle Donne ‘Lucha y Siesta’ e la Casa Internazionale delle Donne”, ma anche invitare “tutte le realta’ femministe, cittadine o regionali, a costruire mobilitazioni e flash mob in questa giornata, momenti in cui porre al centro le questioni locali legate agli spazi femministi”.

“Chiediamo l’utilizzo del patrimonio immobiliare in disuso- si legge sulla pagina Facebook delle femministe di Nudm- per avere case rifugio e di semiautonomia in ogni territorio e l’apertura di tavoli inter-istituzionali per la formulazione di interventi di lungo periodo che riguardino le tempistiche previste nei bandi per l’assegnazione dei centri antiviolenza e la sostenibilita’ degli stessi nel tempo”.

Le attiviste di Nudm si richiamano alla tre giorni di ‘Verona citta’ transfemminista’ per rilanciare l'”agitazione permanente”. “La misura e’ colma- continuano- respingiamo ogni attacco alle nostre vite di donne, di femministe, di trans, di lesbiche, di corpi liberi di scegliere, di menti libere di sognare. Difendiamo ogni spazio fisico che concretizza la nostra azione e che ci rende protagoniste nelle citta’, nelle campagne e nelle periferie industriali, luoghi che rendiamo piu’ sicuri attraversandoli insieme. Saremo in piazza per ogni casa delle donne sotto minaccia, per ogni casa rifugio mai aperta e ogni centro antiviolenza in balia di una scadenza, per ogni spazio femminista possibile mobilitiamo la marea”.

La proposta del sit-in era stata lanciata nel corso dell’assemblea di ‘Lucha y Siesta’ aperta alla citta’ del 20 febbraio. In prima battuta era stata scelta la giornata del 21 marzo, poi slittata ad aprile per la visita a Roma del presidente cinese.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

4 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»