Accordo di associazione, Valentini incontra Mogherini per fare il punto - DIRE.it

Accordo di associazione, Valentini incontra Mogherini per fare il punto

mogherini_valentini_san marno

SAN MARINO – Il futuro accordo di associazione tra Ue e Repubblica di San Marino offrirà al Titano la possibilità di essere considerato “Stato equivalente” rispetto alle materie trattate. Su questo l’Alto Rappresentante dell’Unione Europa, Federica Mogherini, ha rassicurato il segretario di Stato per gli Affari esteri, Pasquale Valentini, in missione oggi a Bruxelles per fare con lei “il punto sul percorso di integrazione con l’Unione Europea intrapreso dalla Repubblica- spiega una nota di Palazzo Begni- e per tracciare insieme il cammino necessario al perfezionamento del relativo Accordo di associazione”. Per l’occasione l’Alto Rappresentante era accompagnata dai funzionari incaricati a seguire la fase negoziale, mentre con Valentini erano presenti l’ambasciatore Antonella Benedettini, capo-negoziatore, e il direttore degli Affari Europei, Luca Brandi.

mogherini_valentini_san marinoNel corso dell’incontro, Mogherini ha espresso piena soddisfazione per “l’impegno e la determinazione della Repubblica nell’odierna fase negoziale”. In seguito ad una presentazione dei passi già compiuti “sono stati presentati ed accolti- sottolineano da Palazzo Begni- dalla controparte europea i punti strategici che ora necessitano di un’effettiva realizzazione”. Alle rassicurazioni sul futuro accordo, si sono aggiunte da parte dell’Ue la disponibilità “a valutare possibili supporti di ordine economico, tecnico e formativo condivisi all’interno dei competenti organismi comunitari”. Mogherini si è infine congratulata per l’azione svolta da San Marino, “reputandola vicendevolmente utile anche quale modello di integrazione proficua e sostenibile”. Il segretario Valentini comunicherà l’esito dell’incontro nella seduta congressuale di domani e in Commissione Affari esteri, convocata per giovedì.

4 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»