Europa

Migranti, Boldrini: “Accordo con Turchia una macchia per l’Ue dei diritti”

laura_boldrini

ROMA – “Io credo che la soluzione” che l’Europa ha trovato sui migranti con l’accordo con la Turchia “difficilmente funzionerà sul piano pratico e ha già creato una macchia sulla reputazione dell’Unione europea come Continente dei diritti umani”. Lo dice la presidente della Camera Laura Boldrini intervenendo a Isoradio. “Mai e poi mai- aggiunge- avrei pensato che si sarebbe arrivati a questo punto”.

Nel suo intervento a Isoradio, Laura Boldrini sottolinea che “per la gestione delle domande di asilo nel rispetto degli obblighi internazionali e sottoscritti dall’Unione europea, quindi anche nel rispetto della stessa civiltà giuridica Ue, è necessaria una cosa sola: la condivisione di responsabilità e di oneri tra i 28 Stati”. Invece, continua al presidente della Camera, “a causa dell’egoismo e della miopia di alcuni Paesi, l’Europa si è arresa, ha accettato una pesantissima sconfitta, e anzichè trovare un accordo tra gli Stati membri, ha concluso un accordo con la Turchia che delega in gran parte la gestione del diritto di asilo pur sapendo che questo Paese non offre standard di protezione adeguati e pur sapendo che la Turchia non ha un quadro giuridico adeguato”. Quindi, conclude Boldrini, l’accordo sui migranti con la Turchia offre “un quadro non adeguato con la situazione attuale”.

4 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»