Abruzzo

Lavoro, giovedì 7 aprile i centri di impiego incontrano le aziende

Lavoro:Istat, ad aprile +159.000 occupati su mesePESCARA – Si chiama “Employers’ day” l’iniziativa che giovedì 7 aprile animerà 14 Centri per l’impiego regionali impegnati ad informare le aziende sulle opportunità che forniscono i servizi pubblici per l’impiego. Realizzata dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali in collaborazione con le Regioni, Employers’ day vuole essere soprattutto l’opportunità di creare un rapporto tra il pubblico che offre servizi nel mercato del lavoro e i datori di lavori delle Pmi e microimprese che sono alla ricerca delle migliori professionalità per le proprie aziende. I Centri per l’impiego coinvolti nell’iniziativa sono: Teramo, Nereto, Giulianova, Roseto, L’aquila, Avezzano, Sulmona, Castel di Sangro, Vasto, Lanciano, Ortona, Pescara, Penne e Scafa che hanno allestito una serie di iniziative dai workshop ai recruitment day ai corner informativi.

   “L’obiettivo dell’Employers’ day – spiega l’assessore alle Politiche del lavoro Andrea Gerosolimo – è dare maggiore visibilità ai servizi offerti alle imprese e rafforzare la collaborazione tra le stesse ed i servizi pubblici per l’impiego. La giornata del 7 aprile è un momento importante per un approfondimento e un confronto sulle riforme avviate e sugli strumenti utili a favorire l’occupazione e a migliorare il sistema dei servizi per il lavoro”.
   Tra le iniziative organizzate nei Centri per l’impiego da segnalare quello di Teramo con un incontro seminariale sul tema “Panoramica sugli attuali incentivi occupazionali”, in programma alle ore 15,30 e quelli di Nereto e Roseto dove, rispettivamente alle ore 10:30 e 15:30, si parlerà di “Uso corretto del tirocinio formativo come strumento di politica attiva”. Nei corner informativi, infine, si potranno raccogliere informazioni sull’ultimo bando regionale del Lavoro “30+”, riservato ai giovani under 35 al di fuori del programma Garanzia Giovani.
4 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»