Comunali, Ilaria Cucchi pronta a candidarsi a Roma: “Al lavoro sul programma”

Ilaria-cucchi

ROMA – Si è svolto ieri sera l’atteso incontro tra Ilaria Cucchi e Stefano Fassina, lei “pronta a candidarsi” a sindaco di Roma, lui già in campo da mesi con Si-Sel. “Mi ha fatto molto piacere incontrare Stefano Fassina, è stato un incontro assolutamente non formale ma pieno di contenuti e anche di grande semplicità. Fassina non mi conosceva, ha conosciuto la mia famiglia e chi sono”, ha commentato Cucchi all’agenzia Dire.

“Per quanto mi riguarda sto lavorando ad un programma soprattutto attinente ai temi che mi stanno a cuore– ha aggiunto- senza il rispetto dei quali io credo non ci possa essere futuro né per Roma né per l’Italia”.

FASSINA: A CUCCHI CONFERMATA DISPONIBILITÀ AD AVERLA CON NOI – Nell’incontro avuto ieri con Ilaria Cucchi “abbiamo ribadito il nostro impegno per le sue battaglie, che consideriamo rilevanti per il Paese, e gli abbiamo confermato il nostro interesse ad averla con noi nel nostro progetto per Roma e ora lei valuterà cosa fare. Qualunque sua scelta per noi è un arricchimento”. Lo ha detto il candidato a sindaco di Roma di Si, Stefano Fassina, interpellato dall’agenzia di stampa Dire. In che modo e con quale incarico sarà impegnata nel corso delle prossime elezioni comunali? “Non siamo entrati nei dettagli”, ha replicato quindi Fassina, che ha parlato di “un incontro bello e intenso” durante cui “abbiamo ripercorso le vicende di Stefano e il calvario processuale che ne è seguito. Abbiamo anche parlato delle altre vicende analoghe come quelle di Federico Aldrovandi, di Riccardo Magherini e di Giulio Regeni. La rilevanza di una battaglia per la legalità e il rispetto dei diritti delle persone, soprattutto quando si tratta degli ultimi e di quelli che sono in difficoltà e hanno meno possibilità di difendersi. Con noi- ha concluso- ha un rapporto consolidato, la conferma del nostro impegno per la sua battaglia è la conferma del nostro interesse per il suo coinvolgimento anche nel passaggio elettorale”.

4 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»