VIDEO | ‘Colpa di Decaro’, la campagna per le comunali diventa un rap

Piove? Hai preso una multa? La tua donna se la fa con tuo cugino? "È colpa di Decaro". Ecco una ironica canzone rap per lanciare il mandato bis del sindaco di Bari Antonio Decaro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Si intitola ‘Colpa di Decaro‘ e diventerà un tormentone social della campagna elettorale per le amministrative di Bari del prossimo maggio. Intanto, poco dopo il lancio, sta già spopolando su Facebook: è un video musicale dai suoni rap in cui il sindaco uscente di Bari Antonio Decaro (che è anche presidente di Anci) ironizza sul fatto che qualsiasi cosa accada a Bari la colpa non può che ricadere su di lui. È lunedì? Cade il barattolo dello zucchero? Prendi una multa? Il sesso funziona solo su Internet? È colpa di Decaro, canta la canzone rap facendo il verso alla frase tipica di qualunque opposizione.

Se per la maggior parte del video il ruolo di Decaro è inteprerato dall’attore e comico Renato Ciardo, a un certo punto del pezzo entra in consolle anche lo stesso sindaco. E canta.

Cittadino caro, c’hai ragione – canta il sindaco del capoluogo – sono Decaro, la causa di ogni tua preoccupazione. Se la tua insonnia ti fa mordere il cuscino, se la tua donna se la fa con tuo cugino, la colpa è mia per tutto quel che ti succede. La colpa è mia se la tua squadra retrocede al Fantacalcio, se fa caldo, se fa freddo, se fa tiepido, se il treno fa ritardo, se sei allergico, se il brodo viene insipido. È colpa mia ma, sai, a maggio stanno le elezioni, se non mi voti, se non vinco, come le spiegherai tutte queste delusioni? Psicologi, analisti e psicoterapeuti costan caro. È molto più economico, più comodo dire che è colpa di Decaro“.

L’idea di ‘Colpa di Decaro’ è dell’agenzia Proforma che ha curato diverse campagne elettorali, regionali e nazionali. Il testo è stato scritto dal fondatore dell’agenzia, Giovanni Sasso e la canzone è interpretata da Renato Ciardo, comico e musicista di Bari.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

4 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»