A Catania festa di compleanno con droga e alcol: il festeggiato accoltella alla gola un 14enne

L’episodio è accaduto a Vizzini dove i carabinieri hanno arrestato Samuele Monterosso, di venti anni, con l’accusa di tentato omicidio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Una festa di compleanno stava per trasformarsi in una tragedia quando il festeggiato, senza apparente motivo, ha tagliato la gola a uno degli invitati per poi fuggire. L’episodio è accaduto a Vizzini, nel Catanese, dove i carabinieri hanno arrestato Samuele Monterosso, di venti anni, con l’accusa di tentato omicidio. Il giovane ieri sera aveva invitato a casa alcuni amici per festeggiare il suo ventesimo compleanno e tra questi anche il quattordicenne aggredito.

“Presi da una eccessiva euforia – spiegano i carabinieri – sembra che festeggiato e invitati abbiano abusato di sostanze stupefacenti e alcoliche fino a perdere ogni freno inibitore”. Circostanza che a un certo punto della serata “ha visto il padrone di casa alzarsi di scatto, recarsi in cucina a prendere un coltello, tornare indietro e, pronunciando frasi deliranti, afferrare per i capelli il minorenne e infliggergli un taglio al collo da parte a parte per poi fuggire via”.

Immediati i soccorsi, con un’ambulanza del 118 che ha trasportato il giovane all’ospedale di Lentini, in provincia di Siracusa, dove i medici hanno chiuso la ferita lunga circa 15 centimetri con 40 punti di sutura. La caccia all’uomo organizzata dai carabinieri è terminata nei pressi dell’abitazione di un conoscente dell’aggressore, luogo in cui il fuggitivo stava tentando di trovare rifugio. Monterosso si trova ora rinchiuso nel carcere di Caltagirone.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

4 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»