Politica

Macerata, Boldrini e Grasso: “E’ un atto terroristico, un raid razzista”

ROMA – Il giorno dopo la tentata strage da parte di un estremista di destra maceratese, si leva la voce di ferma condanna da parte dei presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso. “Il salto di qualita’ di ieri deve spaventarci e farci riflettere. Non e’ possibile minimizzare” quanto e’ accaduto “come il gesto di un folle, quello che, invece, e’ un atto terroristico a sfondo razziale“, è il commento di Grasso.

“IL CATTIVO MAESTRO PIU’ ATTIVO E’ MATTEO SALVINI”

A Macerata “c’e’ stato un attacco terroristico, un raid razzista fatto da un uomo che e’ stato anche un candidato dalla Lega, che ha fatto il saluto romano, quindi un fascista. Un uomo armato da una pistola ma anche da odio. Ci sono diversi cattivi maestri ma forse quello più attivo si chiama Matteo Salvini“, commenta invece la presidente della Camera Laura Boldrini. “Noi diciamo sì al confronto ma no all’insulto, l’avversario non è un nemico da sopprimere- ha poi specificato-. Non ci facciamo intimidire, non indietreggeremo di un millimetro. Saremo un muro di popolo contro fascismo e razzismo“.
4 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»