AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE mondo

Le Farc in aiuto del Governo per lo sminamento della Colombia

BOGOTA’ – Le Farc contribuiranno fornendo informazioni dettagliate allo sminamento dei territori in cui sia loro che l’Eln hanno nascosto ordigni esplosivi. Lo ha annunciato il Consigliere per la post conflitto, Rafael Pardo, durante la visita al villaggio di St. Helena, nel comune Mesetas nella valle del Meta, una delle zone più infestata dalle mine.

Le Farc stanno lavorando per avere una propria organizzazione chiamata ‘Umanizzare’ formata da circa 1500 ex combattenti e che contribuira’ alle operazioni di sminamento in tutto il paese. In questa maniera l’ex gruppo guerrigliero dara’ il suo supporto per raggiungere l’obiettivo del governo nazionale colombiano di liberare tutto il territorio nazionale entro il 2021 dagli ordigni esplosivi piazzati principalmente nei campi agricoli. Le Farc sono gia’ attive al fianco dell’organizzazione ‘Norwegian Aid’ per fornire informazioni per uno sminamento più agile ed efficace e in base a questa esperienza, una volta che la formazione di ex guerriglieri sara’ completamente addestrata, lavorera’ insieme al governo per identificare le aree chiave per le attivita’.

Il processo di sminamento in Colombia, che ad oggi e’ uno dei paesi con piu’ alta densita’ di mine antiuomo presenti su territorio, ha un valore molto alto per il processo di pace e non solo in termini economici. E’ previsto infatti che questa delicata attivita’ coadiuvata tra vari paesi internazionali tra cui l’Italia, abbia un valore di circa 300 milioni di dollari e servira’ a restituire all’agricoltura colombiana vasti territori fino ad ora resi inagibili dagli ordigni artigianali che le guerriglie hanno disseminato in cinquanta anni di conflitto. Pronti i piani di rilancio dell’agricoltura in vari settori, dal caffe’ alla cioccolata e sostenuti anche da fondi della Cooperazione europea.

di Silvio Mellara, giornalista

04 febbraio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988