AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE ambiente

Spazio. L’Asi ‘firma’ una nuova pagina nelle Telecomunicazioni: trasmette a 40-50 GHz

ROMA  – L’Agenzia spaziale italiana (Asi) ha realizzato in prima mondiale una videoconferenza via satellite a 40-50 GHz tramite il satellite Alphasat. Questo tipo di comunicazione è resa particolarmente ostica dalla difficoltà di propagazione del segnale attraverso l’atmosfera, ma il tentativo di successo dell’Asi dimostra che è possibile comunicare anche in una frequenza così alta. “Nessuno, per lo meno in campo civile, aveva prima creduto in questa particolare modalità- commenta il presidente dell’Asi, Roberto Battiston-. Ancora una volta l’Italia si conferma allo stesso tempo leader e pioniere in uno dei campi più strategici, da sempre, delle applicazioni satellitari: le telecomunicazioni. È stata sperimentata una innovativa possibilità di comunicazione, ricchissima di potenziali sviluppi”, conclude.

La frequenza più alta permette l’utilizzo di una banda più larga, con un doppio vantaggio: scambiare molte più informazioni e contemporaneamente ridurre nelle dimensioni sia gli apparati a terra sia a bordo del satellite.

“Il programma in banda Q/V dell’Asi- spiega Enrico Russo, responsabile dell’unità Telecomunicazioni e Applicazioni Integrate dell’Asi-, è il primo passo verso l’uso delle frequenze a 40/50 GHz nei sistemi commerciali di telecomunicazione satellitare, nonché un contributo essenziale alla ricerca scientifica sulla propagazione in aree geografiche sempre più vaste”.

L’esperimento, condotto a Roma alla sede della Space Engineering, ha coinvolto le basi di terra dell’Agenzia Spaziale Italiana a Tito Scalo (Potenza) e a Spino d’Adda (Cremona), che si sono reciprocamente scambiate il segnale, ritrasmesso tramite il payload Aldo Paraboni sul satellite Alphasat dell’ESA.  La sperimentazione e validazione delle frequenze in banda Ka/Q/V (20-30, 40-50 GHz) per l’uso nel campo delle telecomunicazioni satellitari è parte del payload Aldo Paraboni, a bordo del satellite dell’Esa Alphasat: rappresenta il “segmento spazio” di un programma dell’Agenzia spaziale italiana.

04 febbraio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988