Gelo, in Puglia baby cavalli e vitelli con coperte e cappotti

In Puglia gli agricoltori corrono ai ripari dopo le nevicate e le gelate. L'allarme di Coldiretti

ROMA – Le temperature basse e gli effetti delle gelate si fanno sentire anche nelle stalle dove puledri, cavalli e vitelli sono stati coperti con cappottini e coperte per evitare che possano subire le conseguenze del freddo. A renderlo noto è Coldiretti Puglia che riferisce che gli agricoltori sono a lavoro “con trattori e sin da ieri sera nel tarantino e nel barese dove hanno provveduto a sgomberare le strade anche dei centri cittadini e di accesso alle aree rurali”.

LEGGI ANCHE: Arriva il gelo artico, sos per agricoltura e animali

“Negli allevamenti le tubature si stanno ghiacciando e gli animali sono stressati dal freddo e dalla neve”, dichiara il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia e aggiunge: “Da monitorare gli effetti del gelo sulla produzione degli ortaggi, in particolare sui carciofi ma anche su finocchi, rape, cavoli, verze, sedano, prezzemolo, bietola, cicoria, broccoli e sugli agrumi, per cui il gelo potrebbe determinare la spaccatura degli spicchi”.

“Vanno con urgenza liberate dall’isolamento le strade più interne di campagna – chiede Angelo Corsetti, direttore regionale di Coldiretti – per consentire le consegne quotidiane, il ritiro dei prodotti di latte ed il rifornimento di ortaggi e altri generi alimentari. A preoccupare è il protrarsi del gelo. Si teme il ripetersi di uno scenario critico quando le gelate hanno compromesso gravemente le produzioni e azzerato la produzione olivicola pugliese”.

LEGGI ANCHE: In arrivo due giornate di ‘ghiaccio’, neve anche in spiaggia e al Sud

Leggi anche:

4 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»