Toscana

A Campi Bisenzio si riqualifica il centro con una ‘joint venture’ tra pubblico e privato

commercio negozi

CAMPI BISENZIO (FI) – Riqualificazione del centro storico e valorizzazione del commercio sotto un’unica regia pubblico-privata. Un nuovo soggetto giuridico, che unisca gli attori del commercio e quelli pubblici e che sviluppi processi di rigenerazione del centro di Campi Bisenzio. Ma anche un nuovo modello di aggregazione tra aziende per la valorizzazione dell’impresa diffusa all’interno del contesto urbano. È il progetto pilota, poi estendibile ad altre realtà e creato da una grande rete di enti e associazioni di categoria, presentato stamani, alla sala Oriana Fallaci del Comune di Campi Bisenzio.

“Le esperienze dei centri commerciali naturali, per quasi vent’anni, hanno rappresentato la punta più avanzata delle esperienze aggregative e di gestione tra imprese dentro i centri storici”, commenta Nico Gronchi, presidente Confesercenti Toscana e presidente Fondazione Sviluppo Urbano. È anche per questo che l’iniziativa “rappresenta un punto di arrivo e al tempo stesso un punto di partenza, visto il progetto pilota rilancia l’idea di mettere al centro le città, intese come nuovo motore di sviluppo”. Una “nuova idea per stare insieme nei centri storici delle nostre realtà cittadine, se si realizza una rete di imprese e si riesce a guardare in modo diverso e innovativo al futuro”, aggiunge. Il progetto parte da Campi Bisenzio, e in seguito “si potrà estendere ad altre realtà“. Nel corso del 2016, infatti, si darà vita ad un nuovo soggetto, con valenza giuridica riconosciuta e formalizzata con l’obiettivo di avere una visione d’insieme delle città. Non solo, perché “questo soggetto si farà carico della qualificazione e promozione di un’area urbana di cui le attività commerciali costituiscono l’ossatura economica e sociale”, prosegue.

Da parte sua, il presidente della Camera di commercio di Firenze, Leonardo Bassilichi, sottolinea l’importanza del progetto pilota a Campi Bisenzio, “apprezzabile soprattutto per la sua trasversalità e la capacità di unire soggetti pubblici e privati”. Anche il sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, ribadisce il valore del progetto, che permette di ricreare in città una nuova idea e un nuovo senso di comunità. Tutto questo dando nuovo slancio alle imprese ed associazioni che agiscono sul territorio. Infine, Stefano Ciuffo, assessore regionale allo Sviluppo economico, elogia il nuovo progetto, che ha raccolto le esigenze delle aziende e che ha l’obiettivo di dare un nuovo impulso ai centri storici.

3 dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»