Emilia Romagna

Boom delle ‘birre di Natale’, i produttori a Rimini a Beer Attraction

birra

RIMINI – Le birre di Natale, un regalo originale che sarà quanto mai apprezzato dagli amanti del genere: le hanno studiate (e prodotte) alcuni dei birrifici che dal 20 al 23 febbraio saranno presenti a “Beer Attraction”, la kermesse della birra artigianale e delle materie prime che a febbraio aprirà i battenti alla fiera di Rimini. Si tratta di birre speciali, dedicate alle festività natalizie, che sono concepite proprio per sopportare i freddi inverni e scaldare gli animi durante le feste di Natale. L’idea non è nuova, qualcosa di analogo ad una Christmas beer c’era già nel medioevo in Inghilterra, ovvero una bevanda fermentata con mele arrostite, noce moscata, zenzero, zucchero o miele e il cui nome, “Lambswool” (letteralmente lana d’agnello), dicono derivasse dall’abbondante cappello di schiuma che galleggiava in superficie. Sono sempre più numerosi i birrifici italiani che si cimentano nell’inventare birre natalizie.

“In Italia questa tradizione si è diffusa in maniera clamorosa, spinta soprattutto dal quel rapporto stretto con la cultura birraria belga”, fa sapere Fulvio Giublena, Unionbirrai Beer Taster, nonché membro storico della giuria di Birra dell’anno. “Le peculiarità di queste birre le rendono adatte in abbinamenti di concordanza sia con varie specialità dolciarie del Bel paese che con piatti agrodolci tipici della tradizione nordica, come le carni di cervo e di capriolo guarnite con confetture e salse a base di mirtilli ed altri piccoli frutti di bosco. Ottime con i formaggi aromatici, ad esempio gorgonzola, roquefort e stilton, le birre natalizie possono presentarsi anche in versione frizzante per un originale brindisi di capodanno”.

Il birrificio Baladin produce la Nöel Cafè, birra ad alta fermentazione, rifermentata in bottiglia e non pastorizzata, corposa e aromatica, perfetta da abbinare ai dolci natalizi. La sua caratteristica è una schiuma persistente, che esalta gli aromi complessi di frutta secca, biscotto, cioccolato e caffè. Dal birrificio Doppio Malto arriva invece la Little Bells 2015, una birra dal colore ambrato con note di cacao, ideale per accompagnare i tradizionali dolci natalizi. A rendere unica questa birra è l’aggiunta di fave di cacao brasiliano accuratamente selezionate nello stato del Paranà. Un’altra proposta da mettere sotto l’albero di Natale è la Krampus del birrificio Del Ducato, che si rifà ad un antico racconto dei paesi ladini: rifermentata in bottiglia, ha una schiuma color panna e profuma di frutta candita (cedro, arancio), spezie e note balsamiche. Di chiara ispirazione belga invece la I Hop(e) is Noel del Birrificio lombardo Hibu, che dovrebbe essere una kerstbier di stampo abbastanza classico. Per farla vengono impiegati nove luppoli. Dai sardi di P3 Brewing arriva la birra 100 Nodi, una Double Ipa piuttosto alcolica (8%) fatta con sei diversi luppoli e perfetta per scaldare gli animi nelle sere invernali. Tra le birre speciali, infine, è d’obbligo ricordare la tradizionale Palm Dobbel, che è diventata una vera e propria ricorrenza annuale da quando, nel lontano 1947, il mastro birraio Alfred Van Roy la lanciò per festeggiare il bicentenario del birrificio. Ultima ma in realtà una delle più antiche: la Gordon Xmas della John Martin, che risale agli anni ’30 e che inaugura la tradizione natalizia delle cuvée.

3 dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»