Siri (Lega): “Il reddito di cittadinanza alle aziende che fanno formazione, non ai beneficiari”

ROMA – “Ho proposto che la dotazione anziché andare direttamente ai vari beneficiari vada a imprese e aziende che si facciano carico di formarle”. Lo dice il sottosegretario al Mise Armando Siri (Lega) in un’intervista al Giornale Radio Uno Rai, riferendosi al reddito di cittadinanza.

LEGGI ANCHE:

La riforma della prescrizione spacca il governo: scontro tra Bonafede e Bongiorno

Di Maio avverte la Lega: “Il contratto di governo va rispettato da entrambe le parti”

Reddito di Cittadinanza, tensione tra Conte, Di Maio e Giorgetti

GELMINI: DOPO GIORGETTI LO AZZOPPA ANCHE SIRI

“Dopo Giorgetti anche Siri azzoppa il reddito di cittadinanza targato @Mov5Stelle. Finalmente la @LegaSalvini si sta rendendo conto dei danni che farebbe al Paese una misura contro chi lavora e contro chi produce. Facciamo investimenti, non assistenzialismo”. Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

3 novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»