Politica

Renzi-Bersani-Cuperlo, nel triangolo dem distanze immutate

ROMA – Matteo Renzi e Pier Luigi Bersani. A un mese dal voto le distanze sul referendum rimangono immutate.

Nel giorno in cui la commissione sull’italicum dovrebbe licenziare il testo di modifica alla legge elettorale, l’ex segretario dem si tiene a distanza dal tentativo di Gianni Cuperlo, che a nome della sinistra siede nella commissione presieduta da Lorenzo Guerini.

“Lui e’ un generoso e io l’apprezzo. Ma io sono intimamente convinto che e’ molto difficile che Renzi dica che l’italicum e’ ottimo e poi prenda l’iniziativa di cambiarlo. Come fai ad affidarti a uno che dice cosi’? E’ una cosa octroyé, concessa”, dice Bersani a Repubblica tv. Cosi’ com’e’ impostata la questione, aggiunge, “e’ una cosa alla ‘stai sereno’. Vai a fidarti“.

In mattinata Bersani aveva illustrato le sue ragioni allo stesso Cuperlo, in un lungo e fitto colloquio alla Camera, arricchito da una colorita mimica, con gesti di stupore e incredulita’ per come vanno le cose (nelle foto dell’agenzia Dire).

Per Bersani, la garanzia alla modifica della legge elettorale viene dalla vittoria del no al referendum. In quel caso, spiega, “il governo resti, e Renzi lo presieda”.

Intanto Matteo Renzi, in un’intervista Bruno Vespa per la sua ultima fatica letteraria, ribadisce l’intenzione di cambiare il sistema di voto. “Hanno paura della legge elettorale? Ho detto che la cambio. Mi dispiace perchè l’Italicum e una buona legge. Ma se vogliono…”, risponde Renzi alla minoranza dem.

angeli_del_fango_bersani

Le distanze rimangono e neppure gli ‘angeli del fango’ riescono a diminuirle. Pier Luigi Bersani non andra’ alla Leopolda con con gli altri ‘angeli del fango’, che apriranno la kermesse renziana nel fine settimana. “Mi han chiesto se vado. Mi piacerebbe- dice Bersani a Repubblica tv- ma poi mi chiedono della Leopolda, del Pd. Un saluto a tutti gli angeli, arcangeli. Io ormai sono un angelo da poco. Demonizzabile…”. L’ex segretario del Pd partecipo’ da volontario ai soccorsi dopo l’alluvione del ’66 a Firenze. (Foto dalla pagina facebook di Bersani).

di Alfonso Raimo, giornalista professionista

3 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»