Emilia Romagna

‘Arrivano i mostri’, a Bologna parte la quarta edizione di Scriba

BOLOGNA – Arrivano i mostri. Quelli della quarta edizione di Scriba, il festival dedicato alle scritture di mestiere, che si svolgerà a Bologna da venerdì a domenica. Il tema della rassegna, organizzata da Finzioni associazione culturale e Bottega finzioni, quest’anno è proprio quello della mostruosità declinata in tutte le sue possibili sfaccettature. L’idea che sta alla base di Scriba è parlare di scrittura in termini non letterari: come si scrive il testo di una canzone, il soggetto per un film, un fumetto o anche l’etichetta per una bottiglia di vino. Insomma, “tutto quello che non è letteratura”, spiega il direttore artistico Piero Di Domenico: il festival vuole focalizzare l’attenzione su “tutta la scrittura che c’è dietro qualunque tipo di lavoro e di professione, anche quelle meno scontate. Avremo tanti professionisti, praticamente sconosciuti al grande pubblico, che verranno a raccontare quello che fanno e poi avremo anche un focus che quest’anno è ‘Arrivano i mostri’, quindi parleremo di mostruosità linguistiche o ad esempio dei rapporti tra letteratura medica e grande letteratura, di come i mostri siano passati da una parte all’altra”.

L’intento è “provare a parlare di mostri per avere un po’ meno paura delle nostre ombre”, sottolinea Michele Cogo, fondatore di Bottega finzioni e componente del comitato scientifico di Scriba: “E’ questo il filo rosso che lega l’edizione di quest’anno”, perché la scrittura “può servire anche a conoscere meglio i propri mostri e imparare a difendersi da loro”.

di Maurizio PapaGiornalista

3 novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»