Ecco come funziona il reddito di cittadinanza: niente spese futili

ROMA – Ecco come funzionerà il reddito di cittadinanza. Niente sigarette e Gratta e Vinci, ma beni di prima di necessità. La carta su cui verrà caricato il reddito di cittadinanza servirà per fare questo genere di acquisti.

A precisarlo è il vicepremier Luigi Di Maio dopo le parole di ieri della sottosegretaria al Ministero dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, che ha escluso un certo tipo di spese dal paniere di quelle ammissibili.

Niente di tutto questo, precisa Di Maio, perchè qualora entrasse in negozi per fare spese ‘immorali’ la carta si bloccherà non consentendo l’acquisto.

Chi vuole spendere il reddito sarà dunque obbligato a farlo su beni di prima necessità e in negozi sul suolo italiano. Obiettivo del governo è infatti iniettare nell’economia reale 10 miliardi l’anno per far ripartire i consumi, la vita delle imprese e dei commercianti. “Tutti ne gioveranno”, assicura Di Maio.

Il vicepremier delinea anche i possibili destinatari: “Ai pensionati al minimo deve andare almeno una pensione sopra la soglia della povertà relativa, ai ragazzi disoccupati, ai 55enni e 60enni che hanno perso il posto di lavoro”.

Leggi anche: Reddito cittadinanza, Di Maio: “Chi truffa rischia 6 anni carcere”. Via dal 2019

Leggi anche:

3 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»