AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

A Bologna la Polizia trova 8 Rolex, gioielli e 9.000 euro: erano in una roulotte nel campo nomadi

BOLOGNA – Li avevano fermati per un controllo e loro sono scappati, ma grazie alla targa dell’auto gli agenti della Squadra mobile della Questura di Bologna sono risaliti fino a una roulotte, dove era nascosto un vero e proprio tesoro fatto di otto Rolex, cinque certificati di garanzia, gioielli, gratta e vinci e 9.000 euro in contanti. Protagonisti della storia sono due nomadi, un 32enne e una 33enne conviventi, che sono stati denunciati per ricettazione.

Per l’uomo, che ha precedenti per reati contro il patrimonio e la cui patente era stata revocata a seguito di una misura di sorveglianza speciale, è scattata anche la denuncia per resistenza e tentate lesioni, oltre che per l’articolo 73 del Codice antimafia, che punisce chi guida senza patente pur essendo sottoposto a una misura di prevenzione. All’origine del ritrovamento c’è un tentativo di controllo su una Golf nera che, alle 11.15 di giovedì, andava oltre i limiti in via Stalingrado.

GIOVEDI’ SCORSO LA FUGA ROCAMBOLESCA, ANCHE IN CONTROMANO

All’altezza del civico 103 l’auto si ferma, ma al momento del controllo l’uomo fa risalire la compagna e scappa, anche andando contromano, dopo aver quasi investito un agente. Dalla targa, però, si risale al proprietario, che è il padre dell’uomo. A casa sua i due non ci sono, ma i poliziotti scoprono che vivono in un campo nomadi in via Peglion.

Lì, gli agenti entrano nella loro roulotte, rubata il 22 settembre a Cavriago, in provincia di Reggio Emilia, e trovano, nascosti nel vano motore, i Rolex e i certificati, 33 orecchini, 21 anelli, 16 bracciali, 14 collane e altri gioielli, oltre a 9.000 euro. I due, che nel frattempo erano rientrati, si difendono dicendo di non sapere come la merce fosse finita lì, mentre da un mobiletto saltano fuori anche 39 gratta e vinci. Nella Golf, invece, non c’è nulla, ma la merce nella roulotte si è rivelata più che sufficiente a far scattare la denuncia per ricettazione.

di Andrea Mari, giornalista professionista

03 ottobre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988