AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Modena, record di presenze al museo Ferrari, +40% da inizio 2015

museo ferrariUn agosto con presenze da record per i musei Ferrari di Modena e Maranello. A tirare le somme è il direttore Antonio Ghini, questa mattina in conferenza stampa in Regione. Al museo Enzo Ferrari di Modena “da inizio anno i visitatori sono aumentati del 40%”, spiega Ghini, e in agosto è stato toccato il picco di quasi 900 presenze in un giorno. Molto buoni anche i numeri del museo Ferrari di Maranello, che in agosto ha registrato 46.000 visitatori (battendo il precedente record di 44.200 nel 2013), con il picco raggiunto di 2.422 persone in un giorno. “Di turisti dall’Expo ne sono arrivati molto pochi- sottolinea Ghini- ma questo per noi è comunque motivo di soddisfazione. Significa che possiamo lavorare su visitatori che possono tornare e che non arrivano da un evento estemporaneo”.

Per i numeri del progetto “Discover Ferrari and Pavarotti land”, bisognerà invece aspettare la sua conclusione, il prossimo 31 ottobre. Per adesso, si limita a dire Ghini, “tutto sta funzionando molto bene” e “abbiamo una grande percentuale di stranieri”. Il progetto sarà “ripreso sicuramente durante il periodo natalizio- assicura Ghini- intanto studiamo l’edizione del prossimo anno”, che potrebbe partire già a Pasqua, con l’idea di integrare anche i trasporti pubblici insieme al servizio di navette messe su strada per portare i visitatori da un museo all’altro. Il progetto “Discover Ferrari and Pavarotti land” è la formula lanciata lo scorso 1 maggio che collega in un unico percorso turistico i musei Ferrari di Modena e Maranello, il museo di casa Pavarotti e alcuni luoghi di produzione delle eccellenze del territorio (aceto balsamico, salumi, lambrusco e parmigiano reggiano, ma anche le ceramiche) tra Sassuolo, Nonantola e Lesignana.

museo ferrari 2Fino al 30 ottobre, i residenti dell’Emilia-Romagna avranno la possibilità di partecipare al tour “Discover Ferrari and Pavarotti land” a prezzo ridotto. Il ‘passaporto’ che vale due giorni e consente l’ingresso libero a tutte le strutture previste (con visita guidata) costerà infatti 30 euro, con uno sconto del 50% sul prezzo originale. Per gli appassionati di Formula 1, inoltre, c’è un’occasione in più: il prossimo fine settimana (5-6 settembre), chi arriverà al museo Ferrari di Maranello con la navetta potrà partecipare a una prova cambio gomme su una monoposto. “Abbiamo aperto una strada nuova per il turismo del territorio”, rivendica Ghini.

museo ferrari 1Soddisfatto anche l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini. “I numeri sono già confortanti e ci spingono su questa strada- commenta- è un vero progetto di marketing territoriale. Al di là delle file chilometriche ai tornelli, l’Expo ha soprattutto messo in moto progetti e un dinamismo sui territori che porterà frutto”. Anche per Tommaso Rotella, assessore al Turismo del Comune di Modena, “l’Expo ha avuto una buona ricaduta sul territorio, ma non vogliamo rincorrere i numeri”. Quanto al progetto “Discover”, ha “stimolato il valore dell’accoglienza” e la formula con ogni probabilità sarà sfruttata dalla Regione anche in altri ambiti turistici. Presente alla conferenza stampa anche il direttore di Apt Servizi, Emanuele Burioni.

museo ferrari 3

03 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram