AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE campania

Pompei, riapre dopo 7 anni la Palestra Grande

POMPEI – Riapre al pubblico dopo 7 anni la Palestra Grande di Pompei. Dopo i lavori di restauro l’edificio dell’area archeologica torna al suo aspetto originario e si arricchisce di un’offerta espositiva con gli affreschi di Moregine che, dopo aver fatto il giro del mondo, saranno per la prima volta fruibili al pubblico di Pompei, esposti all’interno del portico meridionale della Palestra.

L’allestimento- insieme a quello del portico centrale che ospiterà le esposizioni temporanee – si inserisce nel progetto che prevede il recupero totale di uno degli edifici più grandi del sito archeologico, con lo scopo di integrare l’offerta turistica dell’area con nuovi percorsi espositivi. Il terzo e ultimo intervento, interesserà il recupero del portico settentrionale.

“Quella di oggi- ha detto il ministro del Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini, presente al taglio del nastro insieme al governatore della Campania Vincenzo De Luca– è un altro passo avanti. Gli affreschi di Moregine non sono mai stati esposti a Pompei dal loro ritrovamento (nel 1959 in occasione della realizzazione dell’autostrada Napoli-Salerno, ndr) e adesso vanno ad arricchire ulteriormente un luogo fantastico. Questa è la dimostrazione che il lavoro che si sta facendo qui è un lavoro silenzioso ma molto operativo. Stiamo rispettando i tempi che l’Unione europea ci ha comunicato. Ci sono molti cantieri aperti e il nostro Paese deve essere orgoglioso di quanto si sta facendo. Spero che già da oggi se ne parli perché è giusto dare spazio anche alle cose positive e non solo a quelle negative”. L’inaugurazione di oggi, ha aggiunto De Luca “contribuisce a far recuperare un’immagine positiva di Pompei e conferma un impegno straordinario del Governo e del Mibact sul rilancio di questo sito che non può non essere parte del rilancio generale del Paese”.

di Ugo Cataluddi

Giornalista

03 agosto 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988