Toscana

Piombino, Saccardi: “Evento criminoso non prevedibile”

Toscana_Stefania_Saccardi

FIRENZE – “Quanto avvenuto a Piombino è, sulla base degli elementi oggi disponibili, una grave azione criminosa che poteva accadere in qualsiasi ospedale del mondo, come la letteratura sui eventi simili ci dimostra. Si tratta di un evento doloso ed imprevedibile. Purtroppo è accaduto ed è stato colpito un piccolo ospedale del nostro servizio sanitario, probabilmente più vulnerabile di altre strutture sanitarie rispetto a eventi straordinari di questo tipo”.

Lo ha detto l’assessore regionale per il Diritto alla Salute, Stefania Saccardi illustrando una comunicazione all’assemblea toscana, nel corso della seduta odierna, sugli sviluppi della vicenda dei 14 decessi sospetti nel reparto di rianimazione all’ospedale Villamarina di Piombino (Livorno). Nelle scorse settimane è stata prima arrestata e, successivamente, rilasciata l’infermiera Fausta Bonino accusata di aver somministrato ai pazienti dosi altissime di eparina, un potente anticoagulante del sangue. “Forse con il senno di poi- ha aggiunto l’assessore- come ha concluso la commissione d’indagine, la segnalazione all’autorità giudiziaria poteva essere anticipata di un paio di mesi, ma come poi hanno dimostrato i fatti, anche a seguito della comunicazione ai Nas avvenuta il 16 aprile 2015, nel momento in cui la notizia è giunta alla nostra autorità regionale competente, si sono verificati altri tre decessi oggetto dell’indagine. Questo dimostra la difficoltà a prevenire l’evento doloso, ma anche la trasparenza e serietà dell’indagine regionale”.

di Carlandrea Poli, giornalista

3 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»