AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Dalla Regione Lazio 10 milioni per le garanzie ai prestiti per le Pmi

Regione LazioROMA  – “Dalla giunta Zingaretti altri 10 milioni per il plafond Lazio del Fondo centrale di garanzia, la cui dotazione complessiva passa quindi da 30 a 40 milioni di euro, destinati a fornire garanzie e controgaranzie per il credito richiesto dalle Pmi della nostra Regione. La decisione, contenuta in una delibera approvata durante l’ultima riunione della giunta, è stata motivata dal successo della politica di sostegno al credito delle Pmi riscontrato negli ultimi mesi”. Lo comunica l’ufficio stampa della Regione.

Inoltre: “Nel 2014, infatti, i prestiti bancari assistiti dal Fondo centrale di garanzia erogati alle imprese laziali sono più che raddoppiati rispetto al 2013: l’importo dei finanziamenti attivati, ovvero le risorse arrivate concretamente alle imprese, è stato pari a oltre 813 milioni di euro, facendo registrare un +116,3% sul 2013 (l’incremento più alto tra le regioni italiane). Questo è avvenuto essenzialmente grazie a due scelte fatte alla fine del 2013 dalla giunta Zingaretti: consentire l’accesso diretto delle imprese e delle banche al Fondo e istituire, all’interno di esso, una apposita sezione speciale per le imprese laziali, il ‘plafond Lazio’”. Inoltre, anche gli ultimi dati disponibili (fine febbraio 2015) confermano il trend di successo della misura osservato nel 2014. Nei primi due mesi del 2015 sono stati attivati, grazie al Fondo centrale di garanzia e al plafond Lazio, finanziamenti per le imprese laziali per oltre 137 milioni. Una tendenza che fa stimare un utilizzo totale entro maggio 2015 dei 30 milioni inizialmente stanziati e un potenziale di assorbimento di nuove domande da parte del plafond di ulteriori 10 milioni entro la fine dell’anno. Da qui la decisione della Regione di aumentarne la dotazione, appunto, di 10 milioni di euro, portandola a un totale di 40 milioni”.

Per il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti “il provvedimento che abbiamo approvato è un segno che stiamo lavorando nella giusta direzione. Le riforme che abbiamo realizzato finora, infatti, cominciano a produrre risultati sempre più evidenti. Risultati che dimostrano come il Lazio sia ripartito e da fanalino di coda in due anni stia diventando una delle realtà più dinamiche e vive del Paese”.

L’assessore regionale allo Sviluppo economico e attività produttive Guido Fabiani aggiunge: “L’azione della Regione a favore dell’accesso al credito delle piccole e medie imprese laziali si rafforza. Vista l’efficacia degli strumenti che abbiamo messo in campo nei mesi passati, come la possibilità di accedere direttamente al Fondo centrale di garanzia e l’istituzione all’interno di quest’ultimo del ‘plafond Lazio’, il credito erogato alle Pmi della nostra regione è salito in questi mesi in modo considerevole, superando le attese. È per questo che abbiamo deciso di aumentare del 33% la dotazione del ‘plafond Lazio’, portandolo dagli attuali 30 milioni di euro a 40 milioni, in modo da poter far fronte alla forte risposta positiva che ci viene dal mondo delle imprese”.

03 maggio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988