AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE giovani

Vittoria Schisano, Playboy addio cliché: sulla copertina ecco un trans

vittoria schisano playboyROMA – Il tempo che passa e i costumi che cambiano possono ‘leggersi’ anche grazie alle copertine dei grandi magazine, alle scelte editoriali che operano per incontrare i gusti e i desideri dei propri lettori. Scegliere un tema, un personaggio piuttosto che un altro, da pubblicare sulla ‘cover’, non è mai un atto casuale, dietro ogni scelta ‘sbattuta’ in prima pagina c’è una chiara strategia comunicativa. Anche la scelta effettuata dalla rivista Playboy deve essere letta in quest’ottica. La rivista per ‘soli uomini’, quella che ha consacrato migliaia di donne nel ruolo di ‘sogno proibito’, per il mese di febbraio ha scelto la ‘rottura’, il cambiamento epocale. La sua copertina è infatti, per la prima volta, dedicata a un transgender.

Foto patinate per celebrare la bellezza dell’attrice Vittoria Schisano, alla nascita Giuseppe. In una lunga intervista al mensile, Vittoria confessa che “posare su Playboy, il maschile che da sempre celebra la bellezza femminile e sul quale hanno posato tutte le donne più belle del pianeta, per me è un grandissimo onore, da sempre il mio sogno. Trovarsi in copertina oggi, dopo essere riuscita a realizzare il sogno di diventare anche fisicamente una donna, assume per me una valenza doppia. Non è un bisturi a renderti donna, ma sei donna innanzitutto nella tua anima. La vita non è questione di centimetri!”.

“Avevo cinque anni, racconta ancora Vittoria, volevo essere come mia sorella più grande e sognavo di fare l’attrice. Ma come spesso capita, nessuno spiega nulla quando si è piccoli. – racconta – Ho cercato di esorcizzare i pensieri facendo essere Giuseppe sempre e sempre più uomo, tramite la barba per esempio. Fino a quando, cinque anni fa, la svolta. Oggi ho 32 anni e a 27 ho avuto il coraggio di dire a me stessa la verità e sono rinata. Ho cominciato il mio percorso… L’alternativa era morire annegata o imparare a nuotare Non con le pinne, ma con il tacco 12. E devo dire che si nuota molto bene. Giuseppe oggi lo vivo come un fratello”.

Giuseppe, oggi Vittoria, è stato il primo attore italiano a intraprendere pubblicamente il lungo percorso per cambiare sesso. Il suo, un volto conosciuto anche dal grande pubblico del piccoloVittoria Schisano Giuseppe schermo. Nel 2005 esordisce come co-protagonista al fianco di Lando Buzzanca, Caterina Vertova e Giovanni Scifoni in “Mio figlio”, – film a puntate per Rai 1 – per la regia di Luciano Odorisio. Ancora su Rai1 e ancora sotto la direzione di Odorisio è interprete in “Io e mio figlio – nuove storie per il commissario Vivaldi”. Non manca la tv commerciale con, nel 2011, la partecipazione a “Al di là del Lago” per Canale5. Arriva quindi il cinema di “Canepazzo” per la regia di David Petrucci e la voglia e la necessità di fare outing. Nel 2012 è con Antonio Albanese per il suo “Tutto Tutto Niente Niente” e nello stesso anno è in “Outing” con Massimo Ghini e Nicolas Vaporidis. Nel 2013 Vittoria è nel film “Take Five” di Guido Lombardi, pellicola in concorso al Festival Internazionale del Film di Roma. Nell’Aprile 2014 la trasformazione definitiva in una clinica di Barcellona. La sua è una bellezza non trascurabile tanto che la moda, quella che conta, la cerca e nel 2015 la elegge testimonial di grandi brand come “Gabriele Fiorucci” e “Paul Emilien Parfum”.

03 febbraio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988