AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Sport, Frongia: “A lavoro su stadio Flaminio, presto un bando”


ROMA – “L’amministrazione comunale deve ridare nuova vita all’impianto, che ha anche un grande valore artistico con diversi vincoli”. Per questo “abbiamo iniziato a lavorare con la Fondazione della famiglia Nervi”. Così l’assessore allo Sport di Roma Capitale, Daniele Frongia, intervenendo a Radio Radio in merito al futuro dello stadio Flaminio.

Abbiamo deciso di partecipare al bando ‘Keeping it Modern’ della Getty Foundation che intende finanziare i progetti volti al mantenimento del patrimonio architettonico moderno- ha spiegato Frongia- La scadenza è fissata per il primo marzo, poi una commissione apposita dovrà assegnare quelli che sono fondi di ricerca. Noi vorremo utilizzarli per analizzare lo stato attuale dell’impianto e definire i passi successivi”.

Il secondo step, infatti, sarà la stesura di un bando. “Devo confermare che c’è l’interesse da parte di molti soggetti, a partire da società sportive fino a soggetti privati e pubblici. Un grande segnale di interesse sull’impianto di cui prima dobbiamo capire lo stato di salute insieme ad alcune università romane, per capire cosa possiamo richiedere ai soggetti che parteciperanno al bando”.

Sullo stadio Flaminio ha manifestato il proprio interesse anche l’imprenditore e presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero. “Sono ben contento di questo grande interesse da parte sua. Certamente potrà partecipare al bando, noi ora stiamo stiamo lavorando a un passaggio preliminare e propedeutico per quello che non è solo un impianto sportivo ma anche una grande opera architettonica“.

L’attuale destinazione “è sportiva, e così sarà anche in futuro probabilmente in modo esclusivo. Ancora non sappiamo se saranno interessate una o più discipline, ma sicuramente l’amministrazione ha le idee chiare sull’uso dell’impianto”. In merito al possibile interesse della Lazio per il Flaminio, Frongia ha spiegato: “Ho avuto diverse interlocuzioni con il presidente Lotito. Non è stata avanzata alcuna richiesta specifica sul Flaminio. Ciò non toglie che molti, e penso anche la società sportiva Lazio, daranno il loro contributo”.

Frongia ammette che l’argomento sarà discusso anche con il Coni: “C’è un rapporto quotidiano con il Comitato olimpico, ci sentiamo su tantissimi argomenti. Del Flaminio parleremo tra gennaio e febbraio, ma non è stata avanzata alcuna proposta da parte loro”. Infine, i tempi. “Il progetto è ambizioso ma partiamo da condizioni disastrose, se dessi ora delle tempistiche non sarei serio. Di sicuro la nostra idea di riqualificazione riguarda l’intera area e l’intero quartiere, non solo il Flaminio”.

03 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram