Camion bar, il Tar respinge i ricorsi degli ambulanti: non torneranno al Colosseo - DIRE.it

Lazio

Camion bar, il Tar respinge i ricorsi degli ambulanti: non torneranno al Colosseo

camion barROMA – Il Tar del Lazio ha respinto i ricorsi degli ambulanti contro la delibera del Campidoglio che lo scorso 10 luglio ha allontanato camion bar e urtisti dal Colosseo e dall’area del Tridente. Le sentenze pubblicate sono tutte con lo stesso esito, ricorso respinto, e riguardano la richiesta di annullamento della delibera 233 del 2014, quella che ha recepito le decisioni del tavolo del decoro Comune-Mibact, e di tutti gli atti successivi che hanno determinato lo spostamento dei camion bar e degli urtisti dal Colosseo e da altre aree del Tridente.

Tra i ricorsi presentati e respinti, quelli di Alfiero Tredicine, storico leader degli ambulanti romani e presidente di Apre Confesercenti, che ha fatto due ricorsi, uno da solo e un altro con Gabriele Pasqualino, e quello di Umberto Sonnino e Cesare Polacco, rappresentanti degli urtisti.

LEONORI: GRANDE SUCCESSO, É PATRIMONIO LASCIATO A CITTÀ – “Le sentenze del Tar sono un grande successo e ci permettono di dichiarare che il lavoro fatto e’ oggi un patrimonio lasciato alla citta’. Sia l’istituzione del tavolo del decoro che la tutela dei beni culturali, grazie a un gioco di squadra e a un lungo lavoro, sono la dimostrazione che quando c’e’ la volonta’ le cose si possono fare. Ci vuole il giusto tempo insieme a tenacia e molto lavoro. Ma e’ cosi’ che la citta’ puo’ cambiare volto”. Cosi’ l’ex assessore al Commercio di Roma Capitale, Marta Leonori, intervistata dall’agenzia Dire a proposito della decisione del Tar del Lazio di rigettare i ricorsi presentati dagli ambulanti contro la delibera del Campidoglio, a seguito della quale lo scorso luglio camion bar e urtisti sono stati allontanati dal Colosseo e dalla zona del Tridente. Leonori ha promosso e firmato il protocollo d’intesa che ha istituito il Tavolo del decoro a cui siedono rappresenti del Comune e del ministero dei Beni culturali.

di Nicoletta Di Placido – giornalista professionista

2 dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»