Giubileo, Gabrielli rassicura i pellegrini: “Vengano a Roma”

gabrielliROMA – “I cittadini, i turisti e i pellegrini siano, e debbono essere, nelle condizioni di venire serenamente e tranquillamente a Roma. E non perche’ non siamo in una situazione di rischio ma perche’ la minaccia che incombe e’ assolutamente indiscriminata. Un atteggiamento quindi preventivo non ha senso di esistere”. Cosi’ il prefetto di Roma, Franco Gabrielli, a margine dell’inaugurazione della sala Gestione Giubileo, a chi gli chiedeva cosa si sentisse di dire a turisti e pellegrini con l’arrivo del Giubileo ma anche con l’allarme terrorismo. “I cittadini devono pretendere che le istituzioni facciano tutto il possibile per garantire la sicurezza”, ha aggiunto Gabrielli.

Per l’8 dicembre non ci aspettiamo una situazione di flusso particolarmente eccezionale. Abbiamo previsto per l’occasione un livello 2 di safety e 4 di security, con un’affluenza di circa 40/50mila persone che inizieranno ad arrivate a piazza San Pietro alle 7.30 del mattino con la cerimonia che iniziera’ per le 9.30“. Quindi una raccomandazione: “Mi auguro che i pellegrini inizino ad arrivare il prima possibile- ha spiegato Gabrielli- e senza portarsi ‘casa’ con se’. Meno borse, oggetti e cose ci sono da controllare e piu’ scorrevole sara’ il flusso delle persone. La piazza- ha rassicurato il prefetto- non sara’ riempita se non in condizioni di assoluta sicurezza”. (foto di L. Inciocchi)

2 Dic 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»