E' il primo Natale senza crisi e per i regali spenderemo 166 euro a testa. E' la stima di Confcommercio - DIRE.it

Welfare

E’ il primo Natale senza crisi e per i regali spenderemo 166 euro a testa. E’ la stima di Confcommercio

nataleROMA – Dopo sette anni di crisi, il prossimo Natale sara’ il primo con il segno ‘più’. Quest’anno gli italiani spenderanno infatti per i regali 166 euro pro-capite, il 5% in piu’ rispetto allo scorso anno (quando la spesa si attesto’ a 158 euro). Rispetto al 2009, pero’, la spesa resta del 30% inferiore. Cosi’ Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, in occasione della presentazione di una analisi della Confederazione sull’andamento dei consumi, l’ammontare delle tredicesime e la propensione alla spesa per il prossimo Natale.

“Degli oltre 30 miliardi di tredicesima disponibili per i consumi- fa sapere ancora l’indagine- circa 10 miliardi saranno destinati ai regali, quindi circa 200 milioni in piu’ rispetto allo scorso anno”. Secondo Confcommercio, l’Italia “sta percorrendo la strada giusta, anche se di strada ce n’e’ ancora da fare”.

È in risalita anche la percentuale di chi, quest’anno, fara’ i regali di Natale: l’85,9%, rispetto all’85,2% dello scorso anno. Aumenta anche la percentuale di chi pensa che il regalo sia una spesa piacevole: il 52,5%, contro il 50,6% del 2014. Ma resta alta la quota degli italiani che prevedono un Natale molto dimesso: sono il 72,9%.

2 dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»