AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Le lacrime di Miriana Trevisan: “Non siamo puttane”

ROMA – “Mi chiedete perché non ho fatto i nomi. Invece sono io che vi chiedo perché oggi nessuno offre protezione? Dovrei forse immolarmi? Non sono invece la politica e il giornalismo che dovrebbero accompagnare le denunce? Nessun giornalista in questa settimana mi ha chiesto di fare i nomi, però si sono divertiti con questa pseudopornografia dei racconti, si sono divertiti cercando scheletri nell’armadio di Asia Argento”. La showgirl Miriana Trevisan, che qualche giorno fa ha denunciato in tv di aver subito molestie sessuali da parte di un regista, oggi spiega: “Non è una battaglia che posso fare da sola. Non è normale, le ragazze non si devono difendere da sole, non è vero che nel mondo dello spettacolo funzioni sempre così. Io credo che si possa cambiare, voglio dare una speranza a tutti. Lo scandalo deve essere una scintilla, un’opportunità per cambiare il paradigma”.

Durante una conferenza stampa alla Camera promossa dal gruppo di Possibile di Pippo Civati con la deputata Beatrice Brignone, Trevisan dice: “La politica non può permettersi di far vivere nella muffa questi funghi velenosi. La politica ci vuole aiutare o no? Non può permettere che la donna venga normalizzata come merce di scambio: non c’entra nulla con la paura di corteggiare le donne, io parlo di abuso di potere che non può più essere tollerato. Alla politica- dice commuovendosi- domando: ci gettate nel fuoco o ci aiutate?”.

Trevisan, famosa per la sua partecipazione a ‘Non è la Rai’ e ‘Striscia la notizia’, aggiunge: “Queste denunce non vanno banalizzate solo perché vengono dal mondo dello spettacolo, come se avessimo scelto di fare le puttane e non di fare arte, spettacolo. Io avrei voluto fare i nomi, ma ci sono muri davanti, sto sentendo silenzio intorno a me: mi sembra che su questa questione ci sia un fuggi fuggi generale, tanta gente che scappa invece di proteggere delle persone fragili”.

LEGGI ANCHE

Attrici contro produttori, ecco l’identikit del molestatore seriale italiano

Sesso in cambio di film, nuove denunce da attrici italiane molestate ai provini

02 novembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988