“Prima le mamme e i bambini”, risultati del progetto Cuamm

medici_con_africa_logoROMA – L’occasione per un consuntivo ma soprattutto per un rilancio, a partire da un’attenzione speciale al tema della nutrizione nei primi cento giorni di vita del bambino: l’appuntamento con Medici con l’Africa Cuamm, ong in prima fila al fianco dei popoli subsahariani, è per sabato a Padova. Al Gran teatro Geox, dalle 11 alle 12.30, si terrà il meeting annuale dell’organizzazione. “Un momento – si legge in una nota – per dare conto dei risultati del programma ‘Prima le mamme e i bambini’ lanciato nel 2010”. “L’obiettivo del progetto era di garantire il parto sicuro a 125.000 mamme in quattro ospedali in Angola, Etiopia, Tanzania e Uganda e di assistere quindi altrettanti neonati, prima e dopo la nascita” si ricorda in una nota.

Il Cuamm sottolinea però che a Padova si guarderà anche avanti: “Verrà presentato un nuovo programma che si estenderà a tutti e sette i Paesi di intervento di Medici con l’Africa, con al centro sempre le mamme e i bambini e il momento del parto, a cui si aggiungerà un’attenzione speciale al tema della nutrizione nei primi 1000 giorni di vita del bambino”. Secondo le stime dell’ong, in Africa è malnutrito un bambino con meno di cinque anni su tre e una donna incinta ogni tre: un’emergenza, anche considerando che un’alimentazione insufficiente o inadeguata contribuirebbe a quasi il 50% dei decessi di bambini.

All’incontro di sabato parteciperanno anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, il segretario di Stato vaticano Pietro Parolin e l’ex presidente del Consiglio e della Commissione europea Romano Prodi. Prevista la diretta di ‘Tv2000’, l’emittente della Conferenza episcopale italiana.

2 Novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»