Buon compleanno Charlie Brown! I 'Peanuts' compiono 65 anni - DIRE.it

Cultura

Buon compleanno Charlie Brown! I ‘Peanuts’ compiono 65 anni

Peanuts_The_Complete_Peanuts_1ROMA – 65 anni e non dimostrarli. E tutto per merito di un fumetto. I protagonisti e proprietari di questo elisir di lunga vita sono i Peanuts, Charlie Brown & co., i figli cartacei del fumettista americano Charles Monroe Schulz, che oggi 2 ottobre festeggiano il loro 65esimo compleanno. Tanti, infatti, sono gli anni trascorsi dalla pubblicazione della prima  striscia ufficiale del fumetto giornaliero su sette quotidiani statunitensi: il Washington Post, il Chicago Tribune, il Minneapolis Tribune, l’Allentown Call-Chronicle, il Bethlehem Globe-Times, il Denver Post ed il Seattle Times. Charlie Brown all’epoca era solo un bambino e lo sarebbe stato per sempre grazie alla penna del suo autore.

Nel 1999 Schulz, però, smette di disegnare le strisce dei Peanuts perché malato e non più in grado di andare avanti con la serie. Nell’ultimo strip scrive questa lettera mediante le zampe e la macchina per scrivere di Snoopy: “Cari amici, ho avuto la fortuna di disegnare Charlie Brown e i suoi amici per quasi 50 anni. È stata la realizzazione di tutte le ambizioni della mia infanzia. Sfortunatamente non sono più in grado di mantenere il ritmo di programmazione di una strip quotidiana. La mia famiglia non desidera che i Peanuts siano continuati da un altro perciò annuncio il mio ritiro. In tutti questi anni sono stato riconoscente per la correttezza dei nostri editori e il meraviglioso sostegno e affetto espressomi dai fan del fumetto. Charlie Brown, Snoopy, Linus, Lucy… Non potrò mai dimenticarli…

A 65 anni dalla prima pubblicazione esce il film dei Peanuts in 3D con il titolo ‘Snoopy and friends’ che sarà nelle sale cinematografiche il 5 Novembre 2015. Il film, prodotto dai Blue Sky Studios e distribuito da 20th Century Fox, ha come regista Steve Martino su sceneggiatura di Craig Schulz, Bryan Schulz e Cornelius Uliano.

Ma perchè ha avuto tanto fortuna il fumetto e perchè ci appassiona ancora? Charlie Brown e i suoi amici vivono in un mondo dove gli adulti non si vedono, ma sono solo presenze, e i bambini hanno i problemi, le sofferenze i dilemmi esistenziali tipici degli adulti, ma che risolvono con un pizzico di ironia tipico di chi è piccolo e innocente. Chi di noi non si è riconosciuto in uno dei personaggi? Adesso con “Peanutizeme”, il sito per creare avatar in stile Peanuts, creato per festeggiare l’uscita al cinema del film, è ancora più semplice.

I personaggi  – Charlie Brown, bambino con due capelli in testa e crisi esistenziali è il protagonista indiscusso del fumetto e alter ego del suo autore. Inconfondibile la sua maglia gialla con una striscia zigzagata nera. E’ capitano di una squadra di baseball anche se non è un asso in questo sport. Snoopy è il suo cucciolo, è un beagle, ma non è un semplice cane, è anche scrittore e ama dormire sul tetto della sua cuccia e fare danze prima di cena; Woodstok è l’uccellino e segretario di Snoopy, suo inseparabile amico. Un canarino? Non si sa. Linus è l’amico di Charlie Brown e vive con la sua inseparabile coperta di flanella azzurra, è “comandato” dalla sorella Lucy che vuole subito le cose che gli chiede. Lucy fa la psichiatra e risolve i problemi al costo di 5 centesimi. E’ innamorata di Schroder che  suona sempre musica classica, ed è infastidito dalle sue chiacchiere. Sally è la sorella di Charlie Brown e odia andare a scuola. Piperita Patty è l’ amica di Charlie Brown, è molto sportiva ed è il “maschiaccio” del gruppo, ha un’amica, Marcie, che è brava a scuola e odia il baseball. La ragazza dai capelli rossi, di cui non si sa il nome, è l’amata di Charlie Brown ma dalla quale non è ricambiato.

Curiosità – I celebri fumetti sono stati pubblicati in oltre 2600 giornali, per 355 milioni di lettori in 75 Paesi nel mondo e sono stati tradotti in 21 lingue diverse. Nel 1965 Charlie e gli altri sono già sulla copertina di Time.

Frase – Charlie Brown: ” Questa sarà una giornata scema,sarà una di quelle giornate sceme in cui dico cose sceme,faccio cose sceme e tutti mi danno dello scemo”. Linus: ”Forse dovresti tornare a casa e metterti a letto”. Charlie Brown: ”Non faccio mai cose così furbe in una giornata scema”.

di Serena Tropea – giornalista

2 ottobre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»