AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Vasco Rossi, 5,6 mln incollati davanti alla tv (e su Twitter a criticare)

ROMA – Straordinario successo per la trasmissione in diretta dedicata al concerto di Vasco Rossi andato in onda ieri sera su Rai1: lo spettacolo condotto da Paolo Bonolis ha totalizzato il 36,14 di share con 5 milioni 633 mila spettatori medi. Dopo la mezzanotte il concerto di Modena Park ha avuto una media del 44.8 di share con 4 milioni 739 mila spettatori.

LEGGI ANCHE:

Su Rai1 ‘La notte di Vasco’, Bonolis presenta Modena Park

Luci e emozioni per i 220.000 del Blasco: “Un concerto contro la paura, non ci chiuderanno in casa”

SU TWITTER LA FURIA DEI FAN SI ABBATTE SU BONOLIS

A dispetto dei dati – davvero ottimi-, sulla diretta Rai condotta da Paolo Bonolis si è abbattuta la furia dei telespettatori, inferociti per le continue interruzioni del concerto e dagli intermezzi parlati, ospiti e aneddoti con cui Bonolis era stato incaricato di tenere viva la serata. La rabbia dei fan da divano è esplosa sui social network, Twitter in primis, dove si è materializzata una impressionante quantità di insulti e critiche.

A poco sono serviti i tweet di qualche utente che spiegava l’impossibilità, per ragioni di contratto, di trasmettere integralmente il concerto. La diretta vera e propria, infatti, era stata pattuita e ceduta ai cinema e quindi la Rai – che ha concordato con gli organizzatori la trasmissione solo di recente- non aveva la possibilità di trasmettere l’evento senza interruzioni. Lo stesso Vasco lo aveva scritto sulla sua pagina Facebook avvisando gli spettatori che il concerto integrale l’avrebbero potuto vedere solo nei cinema. Ma la rabbia è esplosa. E ha travolto il conduttore scelto dalla stesso Vasco per l’evento, Bonolis, accusato di interrompere a sproposito le canzoni del ‘Kom’.

 

 

02 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram