Renzi: "Colpita ma non piegata, l'Italia non arretra" - DIRE.it

Politica

Renzi: “Colpita ma non piegata, l’Italia non arretra”

renzi

ROMA – “Davanti all’ennesima tragedia dell’estremismo radicale di matrice islamica credo sia il momento in cui l’Italia tutta unita oggi dia un messaggio di dolore e compassione, oggi possa piangere le lacrime di solidarietà e cordoglio. L’Italia non arretra davanti alla follia di chi vuole disintegrare la nostra vita quotidiana. Gli italiani sono colpiti ma non piegati, siamo un popolo tenace”. Lo dice il presidente del Consiglio Matteo Renzi, nella conferenza stampa convocata a palazzo Chigi a seguito dell’attacco terroristico di questa notte a Dacca, in Bangladesh.

Ormai certa la presenza di vittime italiane ma, precisa il presidente del Consiglio, “ogni notizia ufficiale sarà data solo dopo l’informazione alle famiglie“. “Abbiamo seguito tutta la notte gli eventi sperando in esiti diversi: ogni notizia ufficiale”, aggiunge Renzi, che annuncia la partenza “di un velivolo della presidenza del Consiglio per il Bangladesh”.

I terroristi vogliono strappare la nostra quotidianità, noi abbiamo il dovere di rispondere in difesa dei nostri valori di cui siamo orgogliosi e fieri. I nostri valori sono più forti delle loro fobie. Non abbiamo nessuna intenzione di darla vinta a chi pensa che la distruzione dei nostri valori sia l’obiettivo a cui consacrare la propria esistenza”, conclude Renzi.

2 luglio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»