Lazio

Cultura. A Roma è boom di visite nei musei civici

ROMA – Aumento del 13% di visitatori rispetto all’anno passato nei musei civici, con i Capitolini che restano al vertice degli ingressi con 200mila visitatori nei primi sei mesi del 2015 su un totale di 800mila.

È tempo di bilanci per l’assessore capitolino alla Cultura, Giovanna Marinelli, che esattamente un anno fa ha sostituito la dimissionaria Flavia Barca. Alla Centrale Montemartini, in occasione della presentazione della 48esima edizione dell’Estate romana e alla presenza del sindaco Ignazio Marino, l’assessore ha tracciato un bilancio di questa prima parte del suo mandato elencando alcuni dati degli accessi ai poli museali capitolini e delle iniziative culturali, dal 2014 ad oggi. Tra queste, di particolare importanza quella relativa alla prima domenica del mese gratuita per i residenti: sono infatti 70mila i romani che hanno visitato i musei civici nelle prime 10 domeniche del mese. Numeri importanti anche per quel che riguarda i 7 musei cosiddetti ‘minori’, da circa un anno completamente gratuiti. Questi ultimi da settembre a maggio 2015 hanno totalizzato in tutto 144.760 visitatori con un incremento generale del 122%. La Fondazione Musica per Roma dal 1 gennaio al 30 giugno ha totalizzato 6 milioni e mezzo di valore della biglietteria con un aumento rispetto alla stessa data del 2014 del 121%. Sono invece oltre 230mila i biglietti emessi con un incremento rispetto all’anno precedente del 28%.

Marforio

Numeri positivi anche per la Casa del Cinema: con la nuova governance, tra gennaio e giugno di quest’anno, sono 30mila le presenze, + 10mila rispetto allo stesso periodo del 2014. E ancora, il Teatro di Roma, riconosciuto teatro internazionale per il triennio 2015-17, ha prodotto circa 600 ‘alzate di sipario’ nella stagione 2014-15, con un incremento del 240%. Oltre 139mila le presenze con un aumento del 155%. In crescita anche gli abbonati: circa 9mila, il 61% in più rispetto alla passata stagione. Del 100% invece l’aumento dei ricavi al botteghino con 1 milione e 651mila euro di incassi. Situazione “totalmente diversa rispetto al passato” anche per il Teatro dell’Opera. Nonostante la riduzione dei trasferimenti da parte del Comune di Roma, il teatro “ha conseguito una produttività superiore del 30%” e nel primo trimestre dell’anno corrente, “un aumento di incassi da biglietti”. Nella Casa del Jazz da luglio 2014 a giugno 2015 si sono tenuti 72 concerti per 10mila presenze.

Nello stesso periodo al Palaexpo – che per la prima volta dal 2009 rimarrà aperto anche nel mese di agosto con la mosta su David LaChapelle – si sono tenute 8 mostre con oltre 146mila visite. Aperte ad agosto anche le Scuderie del Quirinale dove sempre nel periodo luglio 2014 – giugno 2015 si sono tenute 3 grandi mostre con oltre 383mila 500 ingressi. Infine, un cenno agli spettacoli di Piero Angela e Paco Lanciano ai Fori di Augusto e Cesare. Al 28 giugno sono 19.400 gli spettatori per i primi e poco meno di 16mila per i secondi. Totale, 35mila 383 per entrambi.

2 luglio 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»