Sanità. Pronto il decreto per l’unione di Asl RmB e RmC: sarà la più grande di Roma

ROMA – Secondo quanto apprende l’agenzia Dire, è pronto il decreto commissariale per l’accorpamento dell’Asl RmB con l’Asl RmC. La misura, che prevede la decadenza dei vertici delle due aziende e la nomina di un commissario, avviene a pochi giorni dalla lettera di protesta inviata dall’Ordine dei medici e da alcuni sindacati al presidente della Regione, Nicola Zingaretti, sull’operato del direttore generale dell’Asl RmC, Carlo Saitto. La notizia del decreto, annunciata martedì sul quotidiano La Repubblica dal responsabile della cabina di regia della sanità laziale, Alessio D’Amato, è stata comunicata in queste ore ai direttori generali delle due aziende e ai sindacati.

Quando il decreto commissariale sarà emanato, nascerà l’Asl più estesa di Roma e con più ospedali: ben cinque (Tor Vergata, Pertini, Casilino, Cto e Sant’Eugenio).

ospedale (700 x 452)

Quella tra Asl RmB e Asl RmC “non è un accorpamento, ma una fusione” che avverrà “non domani, ma in cinque-sei mesi, penso all’inizio del 2016”. Così il presidente della commissione Politiche sociali e Salute del Consiglio regionale, Rodolfo Lena, ha spiegato, all’agenzia DIRE, il decreto commissariale in arrivo che unirà l’Asl RmB con l’Asl RmC.

[Prosegue nel notiziario DIRE in abbonamento]

2 Lug 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»