Servizio civile, "Opportunità straordinaria per i giovani" - DIRE.it

Opinioni

Servizio civile, “Opportunità straordinaria per i giovani”

di Maria Cristina Pisani, portavoce Forum nazionale dei giovani

Inizio questa newsletter con una notizia meravigliosa. Grazie alla riforma del Servizio Civile e al lavoro instancabile del Sottosegretario Luigi Bobba, oltre all’aumento del numero di offerte, i progetti del servizio Civile nazionale si potranno svolgere per la prima volta sia in Italia che all’estero. I ragazzi potranno scegliere dove andare a fare volontariato. Un’opportunità straordinaria.

Non avrei voluto, poi, dover proseguire questa newsletter così, ma il camion bomba che ieri mattina è esploso nel quartiere delle Ambasciate a Kabul, mi obbliga a spendere parole di dolore. Nell’attentato, rivendicato dall’Isis, sono morte 80 persone e centinaia sono rimaste ferite e voglio, a nome del Forum Nazionale dei Giovani, esprimere il nostro dolore e la nostra vicinanza a tutti. Abbiamo il dovere di ricordare le vittime di ogni strage, non solo quelle che accadono in casa nostra, in Europa.

In secondo luogo sono invece molto contenta di condividere con voi una bellissima esperienza, In sede abbiamo incontrato l’ufficio politiche giovanili del Comune di Torino per la presentazione del progetto “100% Youth City”. E’ un progetto tecnico, che vuole realizzare uno strumento di benchmarking per misurare la compatibilità e l’apertura delle città verso i giovani, un processo di analisi e miglioramento da parte delle città partner delle proprie prassi legate al mondo giovanile proposto al Servizio Politiche Giovanili di Torino dalla città di Braga, in Portogallo, e che nasce dall’esperienza delle capitali europee dei giovani. Una buona pratica da prendere come esempio per definire i principi di base che ogni città dovrebbe adottare per essere effettivamente youth friendly, proprio partendo dalle istanze dei giovani.

Voglio segnalarvi anche una bellissima iniziativa che si è svolta a Siracusa, “Donne, intergenerazionale e interculturale a confronto” durante il “Città Educativa Fest“. E’ importante supportare progetti come questi per continuare a ribadire l’importanza, in una società multiculturale come la nostra, del confronto e del saper tessere relazioni tra generazioni e culture differenti, facendo anche molta attenzione alle tematiche di genere.

Voglio poi fare i miei auguri di buon lavoro alla nuova dirigenza di una meravigliosa associazione aderente alla nostra piattaforma, la Gioventù Federalista Europea, eletta il weekend scorso a Trento, certa che continueremo a collaborare come sempre in maniera fruttuosa e straordinaria. Un ringraziamento va anche alla vecchia dirigenza, a Giulio, a Federico, il loro lavoro è stato ed è per noi prezioso.

Infine voglio augurare a tutti una buona Festa della Repubblica. Le celebrazioni del 2 giugno e le feste nazionali sono e devono essere sempre un momento importante, di vicinanza tra i cittadini e le istituzioni, perché la memoria storica è un bagaglio da custodire gelosamente per la costruzione di una sempre maggiore consapevolezza dell’importanza dei processi democratici che sono la base di quei diritti di cui oggi noi tutti godiamo.

Ps. siamo contenti che a seguito degli incontri istituzionali avuti come Forum Nazionale dei Giovani in Canada qualche settimana fa, si sia raggiunto un traguardo cosi importante per i giovani italo-canadesi, quale l’istituzione del ‘Mese del Patrimonio Nazionale Italiano’.

2 giugno 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»