Formula E, Roma è pronta: il mondiale elettrico fa tappa all’Eur

Appuntamento al prossimo 13 aprile, quando sul circuito cittadino dell'Eur andrà in scena la settima tappa stagionale del campionato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Circa 35mila persone sulle tribune e sui prati, oltre 35 milioni di spettatori collegati in tv da 90 Paesi. Sono alcuni dei numeri che attendono la seconda edizione dell’E-Prix di Roma, il Gran Premio delle monoposto che prendono parte al Mondiale di Formula E.

Appuntamento al prossimo 13 aprile, quando sul circuito cittadino dell’Eur andrà in scena la settima tappa stagionale del campionato che quest’anno ha visto il debutto della rivoluzionaria vettura di seconda generazione: la nuova monoposto Gen2, in particolare, vanta un sensibile aumento delle prestazioni che consente a team e piloti di completare l’intera durata di gara senza effettuare il pit stop per il cambio vettura.

Il ritorno del ‘circo elettrico’ a Roma sarà ricco di grandi novità

Quest’anno le iniziative per la Città eterna inizieranno già a partire da lunedì 8 aprile, con due giorni di festa in viale Europa dedicata soprattutto ai residenti del quartiere Eur. Poi sarà la volta di venerdì 12, vigilia dell’E-Prix, in cui tutta l’area interessata dalla Formula E sarà accessibile gratuitamente per permettere di partecipare a diverse iniziative: dalle gare di basket, hockey e rugby in carrozzina, fino alla E-Parade riservata ai veicoli a due, tre e quattro ruote, con un concerto di chiusura. Per la quinta edizione del Mondiale di Formula E si sfidano in griglia 11 squadre e 22 piloti (ultimo a salire a bordo il brasiliano ex ferrarista Felipe Massa), che si daranno battaglia nei circuiti di cinque continenti fino alle tappe conclusive di New York il 13 e il 14 luglio.

Raggi: “Evento all’insegna della sostenibilità”



“Quest’anno rinnoviamo lo spettacolo della Formula E con grande entusiasmo, è un evento sportivo che la nostra città è orgogliosa di ospitare, per intrattenimento puro all’insegna della sostenibilità”. Così il sindaco di Roma, Virginia Raggi, nel corso della presentazione ai Musei Capitolini dell’E-Prix di Formula E, in programma il prossimo 13 aprile sul circuito cittadino dell’Eur. 

Agag: “Aspettiamo a Roma 35mila spettatori”

“E’ un grande piacere essere qui, siamo superfelici. Sono convinto che avremo un grande spettacolo a Roma per il secondo anno della nostra collaborazione con la città”. Così il presidente e fondatore di Formula E, Alejandro Agag.

“Quest’anno puntiamo ad avere 35mila spettatori, 5mila in più rispetto allo scorso anno, e avviamo nuovi partner con cui dare vita a una legacy per la città”. Nel dettaglio, ha spiegato Agag durante la conferenza stampa ai Musei Capitolini, si tratterà lasciare a Roma un patrimonio costituito da “colonnine e telecamere per la sicurezza, mentre puntiamo per i prossimi anni a incentivare lo sharing car elettrico e la circolazione di auto a guida autonoma: nei prossimi anni vogliamo fare una rivoluzione nelle nostre città”.

Frongia: “Quest’anno raddoppiamo la festa per i romani”



“Quest’anno raddoppiamo la festa per i cittadini: il venerdì, da mezzogiorno fino a tarda sera, sarà una giornata aperta e gratuita a tutti gli amanti dello sport all’insegna del divertimento e del sociale: ci saranno infatti tre partite molto importanti con i nostri campioni di basket, rugby e hockey in carrozzina, organizzate insieme al Comitato italiano paralimpico. Inoltre avremo la e-Parade, in cui i cittadini potranno provare il tracciato della Formula E con i loro mezzi elettrici a due, tre o quattro ruote. Infine, la sera, un grande concerto”. Così l’assessore allo Sport di Roma, Daniele Frongia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

2 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»