Emilia Romagna

Sanità, anche un’app per disdire la visita e non pagare la multa

bologna_ospedale_s.orsola4

BOLOGNA – Da lunedì chi non si presenta agli esami prenotati pagherà comunque il ticket. Per disdire per tempo (ovvero entro due giorni dalla data dell’appuntamento) e non incappare così nella ‘multa’, proprio dal 4 aprile sarà disponibile anche una app sviluppata da Cup2000, che si aggiunge al numero verde messo a disposizione dalla Regione. Ma non solo. Tramite l’applicazione (che è gratuita) sarà possibile prenotare visite ed esami, pagare la prestazione e cambiare la data dell’appuntamento, oltre che appunto disdire.

La app si aggiunge agli altri servizi messi a disposizione col Fascicolo sanitario elettronico. A parlare della novità è il direttore scientifico di Cup2000, Mauro Moruzzi, sulla rivista interna dell’azienda. “La sanità si dematerializza- sottolinea- anche l’accesso si dematerializza. Con la ricetta medica dematerializzata, quando viene prescritto un esame o una visita specialistica, il sistema è in grado di registrare l’evento in tempo reale e proporre on line al cittadino un appuntamento. Il Cup non diventa soltanto CupWeb, ma Cup Automatico” e la realizzazione della App “è, per il sistema sanitario dell’Emilia-Romagna, un primo passo importante in questa direzione”. Secondo Moruzzi, ormai “non ha più senso recarsi a un punto Cup o a una farmacia con un’impegnativa del medico se la stessa è stata dematerializzata. Il ‘foglietto rosa’ del medico di famiglia, con la richiesta di una prestazione sanitaria, non esiste più poiché è stata acquisita automaticamente dal sistema informatico regionale, cioè dalla Rete Sole che genera il Fascicolo sanitario elettronico”. E il tutto “può essere risolto in back office senza il gravoso coinvolgimento del cittadino allo sportello“.

2 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»